Genoa-Sanogo: settimana decisiva

E’ iniziato nel peggiore dei modi il 2017 del Genoa. La sconfitta rimediata ieri tra le mura domestiche contro la Roma, la terza consecutiva, è passata però in secondo piano di fronte al terribile infortunio di Mattia Perin. Gli esami strumentali hanno confermato, purtroppo, la rottura del legamento crociato del ginocchio sinistro. Stagione, dunque, finita per lo sfortunato portiere del Grifone. Il Presidente Preziosi, però, è pronto a lasciarsi tutto alle spalle in questa settimana, decisiva ai fini del mercato in entrata. Le cessioni, infatti, di Rincon e Pavoletti non sono state digerite dai tifosi rossoblù che pretendono risposte.

GENOA-SANOGO: L’OFFERTA

“Preso il centrocampista non prenderemo più nessuno. Stiamo monitorando diversi centrocampisti, ne prenderemo uno dopo aver fatto un certo tipo di ragionamento con mio figlio ed il mister”. E’ stata questa, in sostanza, la risposta del numero uno del Grifone al termine della gara di ieri. Il profilo ideale per la zona nevralgica del campo rossoblù al momento sembra essere Sékou Sanogo, ivoriano classe ’89 in forza allo Young Boys. Secondo quanto riportato dalla Calciomercato.com, l’accordo tra il Genoa e il calciatore è già stato trovato. Ora manca solamente quello con il club svizzero, a cui il Grifone ha avanzato la proposta del prestito a 400mila euro con diritto di riscatto legato alle presenze. Il cartellino del 27enne, invece, si aggira attorno ai 2 milioni e mezzo. Il Genoa dunque, dopo Pinilla, MorosiniBeghetto e Taarabt, attende Sanogo.

Classe ’94. Vengo da Longa, paesino in provincia di Vicenza.
Amo follemente il calcio, quello puro, il cui massimo esponente – secondo il mio parere – è stato Roberto Baggio, figura che mi ha fatto innamorare di questo magnifico sport. Scrivo per ridonare, nel mio piccolo, i valori morali per cui il calcio è nato e che via via, purtroppo, stanno scemando.

Commenta per primo

Lascia un commento