Brescia, Romagna è più lontano. Intanto Mauri ha detto sì

Il Brescia sta lavorando intensamente sul mercato con l’obiettivo di portare alla corte di Brocchi un difensore che possa sostituire Somma, ai box fino a fine stagione. La rottura del legamento crociato del centrale, scuola Roma, ha costretto infatti la società a sondare diverse piste alla ricerca di un nuovo titolare nel ruolo. Intanto è notizia odierna l’accordo trovato tra la società e Stefano Mauri, ex capitano laziale.

IL SOSTITUTO DI SOMMA

Nei giorni scorsi si era rafforzata la candidatura di Romagna, classe ’97, talento cristallino del calcio italiano, di proprietà della Juventus ma in prestito al Novara. Il Brescia aveva infatti trovato l’accordo sia con il giocatore sia con la detentrice del cartellino: l’operazione sembrava dunque prossima a un lieto fine. Invece, secondo quanto riferito da Alfredo Pedullà su Sportitalia, quest’oggi è arrivato a sorpresa un brusco stop alla trattativa. Il Novara, che ha diritto alle prestazioni del ragazzo fino a giugno, avrebbe infatti posto il suo veto. Le Rondinelle non si danno però per vinte e proveranno un nuovo affondo nelle prossime settimane. In caso non dovesse andare in porto l’affare, sono pronte già due alternative più esperte: Terranova del Sassuolo e Blanchard del Carpi.

COLPO MAURI

E’ questione di ore per la firma del contratto ma Mauri può di fatto considerarsi un nuovo rinforzo del Brescia. Il centrocampista è svincolato da 6 mesi ma assicura di aver grande voglia di tornare a calcare campi importanti. In questo periodo ha continuato ad allenarsi con la formazione del Racing Roma, attendendo con ansia una nuova opportunità. Adesso è finalmente giunta. Dopo l’ipotesi Pescara, fomentata da Oddo ma poi sfumata, è arrivata la chiamata del club di Triboldi. Entusiasta del progetto di Brocchi, suo ex compagno di squadra ai tempi della Lazio, ha subito accettato. Ora i tifosi bresciani lo aspettano al Rigamonti.

Nato a Milano il 30/08/1997. Studente triennale in Economia e scienze sociali presso l’Università Bocconi di Milano. Amo il calcio, che considero molto più di un semplice sport, un’arte, citando G.B. Shaw, “l’arte di comprimere la storia universale in 90 minuti”.

Commenta per primo

Lascia un commento