ESCLUSIVA CM24/7 – Gaetano D’Agostino: “Ho attirato l’attenzione di Juve e Real, come sia andata non voglio saperlo…”

È la vigilia di Udinese-Roma e Gaetano D’Agostino è intervenuto ai nostri microfoni. Ha parlato anche di giovani promesse del campionato e di quando si è trovato ad un passo da Juve e Real Madrid.

Domani si giocherà Udinese-Roma, lei ha giocato in entrambe le squadre, che partita sarà?

Sarà una partita bella e con ritmi alti, entrambe giocano un calcio veloce. Il gioco della Roma è sicuramente più di qualità ma l’Udinese sta dimostrando soprattutto in casa di potersela giocare con tutte le altre. L’Udinese di adesso sa quello che vuole e lo sa fare bene, con l’arrivo di Delneri ha trovato la sua inquadratura tattica e i giocatori sono messi bene in campo.

L’Udinese, come tante altre squadre del nostro campionato, punta sui più giovani. Tre nomi di giocatori di cui, secondo lei, sentiremo tanto parlare in futuro? 

Sicuramente Locatelli. Poi c’è Donnarumma, lui è già un campione, per me è patrimonio nazionale. Mi piace molto anche Spinazzola dell’Atalanta. Sta facendo davvero bene, sia la fase difensiva che quella offensiva. Ci sono tanti giocatori bravi e forti ma io ti cito questi tre.

In passato si è parlato tanto di D’Agostino alla Juventus o al Real Madrid. C’è il rimpianto di non essere riuscito ad arrivare in nessuna delle due piazze? 

Ti spiego semplicemente il motivo: non dipendeva da me. Io sul campo ho attirato l’attenzione di Juve e Real, e sono soddisfatto ancora oggi di questo. C’è un aspetto burocratico dietro, che non so e non voglio neanche sapere. Sicuramente c’è il rammarico ma non è stata una mia scelta, io ho fatto il mio dovere. Il calcio comunque mi ha dato tante soddisfazioni e tra le cose positive e negative mi piace ricordare quelle positive. Poi tutto il resto mi ha aiutato a formare il mo carattere e mi è servito. Oggi che faccio l’allenatore (da agosto 2016 è allenatore dell’Anzio in serie D, ndr)  cerco di portare tutte le mie esperienze e trasmetterle ai ragazzi.

Da poco è approdato sui social e ha aperto il suo sito online. Perché questa scelta? Si sente più vicino ai tifosi ora? 

In realtà io non sono un grande intenditore dei social. Ora però ho una nuova veste da allenatore e mi piacerebbe ricreare un rapporto con i tifosi e con gli amici, raccontare la mia vita e quello che sto facendo. Lo faccio per condividere la mia crescita, anche con persone che mi hanno criticato, non solo con chi mi ha sempre stimato. Ho deciso di seguire la strada dei social per raccontare il D’Agostino calciatore e il nuovo percorso che sto facendo da allenatore.

Sono nata a Pordenone, vivo a Milano e ho (la) Roma nel cuore. Studio comunicazione e società all’Università Cattolica, nella speranza che un giorno la passione per il calcio diventi il mio lavoro. Niente nella vita mi fa esultare come quando la palla entra in rete. Calciomercato 24/7 è la mia prima esperienza come collaboratore.

Commenta per primo

Lascia un commento