Ecco perchè Gabbiadini andrà via

GABBIADINI: ALLA RICERCA DELLA TITOLARITA’

Un attaccante forte, prima o seconda punta di altissimo livello, media gol importantissima, tre gol nelle ultime tre disputate, eppure, nonostante questi dettagli, Manolo Gabbiadini si è ritrovato a gennaio a dover combattere contro chiunque, anche se stesso, per trovare un posto da titolare al Napoli. Un posto che Manolo non ha quasi mai avuto. E’ stato acquistato Pavoletti, Milik si sta riprendendo e, come se non bastasse, Mertens si è scoperto una punta decisiva e capace soprattutto di fare gol. Perché dunque Sarri dovrebbe dare spazio al bergamasco?

“IN PRESTITO? NO GRAZIE”

Adesso, resta dover attendere che arrivi una buona offerta, ma l’attaccante classe 91’ ha già precisato che non accetterà di andare in prestito ad alcuna squadra e si muoverà solo per cambiare definitivamente aria fuori dall’Italia. Sulla prima promessa siamo abbastanza certi che verrà mantenuta, sulla seconda un po’ meno, perché se dovesse arrivare per Manolo un buon club italiano interessato a voler puntare su di lui, il talento ex Juventus non si lascerà sfuggire l’alternativa che servirà a rilanciare e far decollare la sua carriera e a donare una dignitosa vetrina per la nazionale.

DOVE SI VA?

I numeri sono dalla sua parte. Dopo un inizio stagione infelice, ha collezionato 19 presenze, di cui solo 8 da titolare, tra campionato e coppe, con un bottino di 5 gol realizzati. Per fortuna, la voglia, la fame e la determinazione ancora lo sostengono e spinto dal vento della giovinezza e dalla bramosia di voler conquistarsi ciò che merita, Manolo vuole assolutamente prendere la decisione che potrebbe valergli davvero la carriera: scegliere la società giusta per voltare pagina e rilanciare la sua corsa.  Anche il giornalista Ivan Zazzaroni, ha dichiarato: “Manolo ha dei numeri importanti. Tatticamente è un fenomeno. Gli manca la fiducia che solo la titolarità può darti”.

Le possibilità che possa andare via, dunque, sono molte, ma ovviamente tutto è possibile. Quello che è certo e che Gabbiadini necessita di un posto da titolare ma pretende di essere acquistato a titolo definitivo. Moltissime società sono venute a bussare per chiedere informazioni su di lui, West Ham e Southampton su tutte. Quello che però trapela in questi ultimi giorni lascia pensare che l’attaccante del Napoli sarà comunque costretto a sacrificarsi in panchina almeno fino a giugno, salvo colpi di scena di fine gennaio.

Siciliano doc, classe 1991, gioco a calcio da quando portavo il ciuccio. Scrivo di calcio da quando ho imparato a fare le divisioni per due. Innamorato delle storie che rendono questo meraviglioso sport una manifestazione culturale, nonche’ un potente strumento per scandire dolcemente il tempo nel corso della vita dell’uomo.

Commenta per primo

Lascia un commento