E’ una Ternana da sogno: altri due colpi!

La Ternana è scatenata sul mercato: dopo Diakitè e Pettinari arrivano altri due colpi di spessore per la società rossoverde.

MONACHELLO IN PRESTITO

Nei giorni scorsi, attraverso la nostra intervista esclusiva al nuovo Ds Daniele Pagni, vi avevamo parlato di un’offerta della Ternana per Gaetano Monachello, in questa prima parte di stagione in prestito dall’Atalanta al Bari. E’ notizia di stamane l’arrivo ufficiale dell’attaccante siciliano in maglia rossoverde. La formula è quella del prestito fino a fine stagione: il ragazzo cercherà così di rilanciarsi a Terni dopo un inizio di stagione tutt’altro che soddisfacente (appena 6 presenze, condite però da ben 3 gol).

COLPACCIO A CENTROCAMPO

Ma la notizia più attesa per i tifosi della Ternana è arrivata nella notte, con la firma del centrocampista ex-Lazio Cristian Ledesma. Ieri vi avevamo anticipato di come le parti fossero vicine a trovare un accordo, e così è stato. Il calciatore argentino, naturalizzato italiano, si è accordato con la società con un contratto fino al prossimo Giugno, ovvero fino al termine del campionato, aggiungendo un’opzione per la stagione successiva.

SI LAVORA ANCHE IN USCITA

Il mercato invernale della società rossoverde, oltre che essere scoppiettante, non è banale. Diakitè, Pettinari, Monachello e da ultimo Ledesma, sono tutti calciatori con un potenziale da Serie A (Ledesma ci è già stato da protagonista) che hanno tanta voglia di rilanciarsi, e hanno scelto Terni per farlo. Ora però si guarda anche alle possibili uscite: secondo quanto riportato da TuttoMercatoWeb.com sono addirittura sei i nomi dei calciatori che potrebbero salutare. Si tratta di Armin Bacinovic, Marko Dugandzic, Ignazio Battista, Juan Ignacio Surraco e Fabio Della Giovanna. Stesso discorso anche per Stefano Cason, che piace alla Viterbese. Rivoluzione totale quindi del nuovo Direttore Sportivo Daniele Pagni, intenzionato più che mai a portare grande entusiasmo nella piazza.

Nato a Seriate (BG) il 17 Dicembre 1994, studente magistrale presso Mass Media e Politica all’Università degli Studi di Bologna. Amo il calcio da quando ero bambino, e non smetterò mai di viverlo: sul campo, allo stadio, in televisione o da una scrivania. E’ lo sport più bello del mondo; la gioia di un gol, quell’emozione del momento, non si trova in nessun’altra disciplina.

Commenta per primo

Lascia un commento