Torino, Fathi tarda ad arrivare. Ecco la soluzione

UN AFFARE CONCLUSO

In egitto sono sicuri: Mostafa Fathi può considerarsi un calciatore del Torino. Gianluca Petrachi ha chiuso per un prestito oneroso con diritto di riscatto fissato a 2,5 milioni. L’affare che porterà l’esterno classe 1994 a vestire la maglia granata è concluso da giorni, ma il giocatore dello Zamalek tarda ad arrivare in Italia.

PROBLEMA EXTRACOMUNITARI

Carlao ha occupato l’ultimo posto disponibile per gli extracomunitari e il Torino, non potendo tesserare l’egiziano, è in cerca di una soluzione. Come affermato dal sito toronews.net le possibilità sono soltanto due. La prima, meno probabile, vedrebbe la permanenza di Fathi in egitto per altri sei mesi. La seconda, di gran lunga preferita dalla dirigenza che potrebbe osservare il calciatore da più vicino, sarebbe un’operazione in sinergia con un altro club di Serie A. La squadra maggiormente indiziata è il Crotone, disperatamente in cerca di innesti che possano migliorare l’attuale posizione di campionato. Fathi rimarrebbe in Calabria fino a fine stagione per poi entrate a far parte della rosa di Mihajlovic in estate. L’affare resta certamente complicato, ma l’impressione è che tutto possa risolversi per il meglio entro pochi giorni.

Curioso, determinato ed ambizioso. Amo parlare e scrivere di tutto ciò che ruota attorno al mondo del pallone. Trovo che il calcio sia una rara e allo stesso tempo magnifica manifestazione di quanto uno sport possa condizionare e scandire la storia dell’uomo.

Commenta per primo

Lascia un commento