ESCLUSIVA CM24/7 – Criscito-Inter ipotesi lontana

A volte ritornano. Come ogni anno di questi tempi, tanti nomi ricompaiono e tornano sulle bocche degli esperti di mercato e non. Giocatori partenti perenni, che alla fine, dopo il circolo di indiscrezioni, finiscono per rimanere nella loro casa madre. Quest’anno tocca, ancora una volta, a Domenico “Mimmo” Criscito, il terzino di proprietà dello Zenit che ciclicamente, con il dubbio consenso dei russi, torna sulla bancarella del calciomercato conteso dai grandi club italiani.

Le cause scatenanti da individuare nel bisogno dell’Inter di un terzino e nella situazione Ranocchia. Sicuro partente nerazzurro e sulla lista di molti club, il centrale ex Bari è finito anche nel mirino della squadra di San Pietroburgo che, con il benestare di Lucescu, ha avviato i primi contatti per il difensore. Quest’ipotesi suggestiva, sebbene non incontri i desideri del giocatore che attende la chiamata dalla Premier, ha scatenato voci e indiscrezioni riguardanti il futuro di Mimmo. Gli apprezzamenti nerazzurri per Criscito non mancano e le suggestioni delle ultime ore riportavano l’idea di uno scambio dei giocatori fra le due società. Dalle nostre verifiche, tale ipotesi non troverebbe riscontro.

LE PAROLE DELL’AGENTE

Contattato telefonicamente, l’agente di Criscito, Andrea D’amico, ha risposto così alla possibilità di inserimento del suo assistito nella trattativa fra Inter e Zenit:

No, penso proprio di no.

Porte chiuse, almeno per ora, alla trattativa. Se lo scambio non s’ha da fare, il nome di Criscito tornerà comunque sulla grande bancarella del calciomercato. Con o senza il consenso dello Zenit.

Nato a Milano il 09/09/1996. Studia Comunicazione e Società presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Ambizioso, sognatore e amante di ciò che fa respira calcio da quando cammina. Calciomercato24/7 è la sua prima esperienza come collaboratore.

Commenta per primo

Lascia un commento