Primo colpo della Roma: arriva Grenier

La Roma prende Grenier in prestito con diritto di riscatto. Nei prossimi giorni incontro con l'Atalanta per Kessié.

PRIMO COLPO INVERNALE

Clement Grenier è un nuovo calciatore della Roma. Il centrocampista francese classe ’91, secondo quanto riferito da Sky Sport, è il primo colpo del mercato invernale giallorosso. Arriva con la formula del prestito con diritto di riscatto fissato a 3,5 milioni di euro ed è atteso nel tardo pomeriggio a Ciampino. Grenier rimane dunque di proprietà del Lione, squadra in cui il francese non ha trovato molto spazio in questa prima parte di stagione, con appena 4 presenze all’attivo. Il centrocampista era stato accostato anche al Torino e al Lille, ma la dirigenza giallorossa l’ha spuntata. Primo rinforzo dunque per Spalletti, ma la dirigenza romanista non si ferma qui e pianifica anche i movimenti per la prossima stagione.

INCONTRO CON L’ATALANTA

Nell’agenda romanista c’è anche un incontro con la dirigenza dell’Atalanta, che si terrà nei prossimi giorni. Secondo quanto riportato da Sky Sport, le due società parleranno innanzitutto di due giovani del vivaio giallorosso, entrambi classe ‘98: Riccardo Marchizza (difensore centrale) e Marco Tumminello (attaccante). I due ragazzi interessano molto alla società bergamasca, che sarebbe intenzionata ad acquistare entrambi i calciatori per poi mandarli a crescere in prestito. La Roma potrebbe inserire i due giovani come contropartita tecnica nella trattativa per Franck Kessiè, che piace molto ai giallorossi, oltre che a mezza Serie A. La famiglia Percassi ha già annunciato che l’ivoriano classe ’96 non partirà a Gennaio, e quindi si sta cercando si impostare una trattativa per Giugno: la base è di 30 milioni di euro per il centrocampista che piace molto anche al Paris Saint-Germain.

Nato a Seriate (BG) il 17 Dicembre 1994, studente magistrale presso Mass Media e Politica all’Università degli Studi di Bologna. Amo il calcio da quando ero bambino, e non smetterò mai di viverlo: sul campo, allo stadio, in televisione o da una scrivania. E’ lo sport più bello del mondo; la gioia di un gol, quell’emozione del momento, non si trova in nessun’altra disciplina.

Commenta per primo

Lascia un commento