La Roma supera a fatica il Cesena. Sarà derby in semifinale

Allo Stadio Olimpico di Roma andava in scena ieri sera l’ultimo quarto di finale di Coppa Italia tra Roma e Cesena. La squadra romagnola dopo aver eliminato il Sassuolo cercava un’altra impresa, anche se questa volta la sfida sembrava seriamente proibitiva. Spalletti schiera il suo, oramai collaudato, 3-4-2-1 con Allison in porta, davanti a lui Ruediger, Manolas e Juan Jesus. Sulle fasce Bruno Peres e Mario Rui. In mezzo al campo la coppia Paredes-Strootman. Mentre in avanti il trio offensivo è composto da El Shaarawy, Perotti e Totti. Il Cesena risponde con un solido ed ordinato 3-5-2 con Agliardi in porta. In difesa Ligi, Rigione e Perticone. I 5 a centrocampo sono Renzetti, Laribi, Vitale, Kone e Balzano. Infine il tandem d’attacco è composto da Ciano-Rodriguez. 

IL RACCONTO DEL MATCH

El Shaarawy tira addosso ad Agliardi in uscita dopo 9 minuti. Al 17′ problemi per Perotti che è costretto a lasciare il campo, al suo posto entra Dzeko. Il Cesena riesce a farsi pericoloso con il palo esterno colpito da Kone. I ragazzi di Camplone sono più in partita e sfiorano il vantaggio in altre due situazioni. In entrambi i casi è Allison a rivelarsi miracoloso su Rodriguez. Il primo tempo si chiude con i bianconeri nettamente più in partita. Spalletti a questo punto deve apportare delle modifiche alla formazione: esce Juan Jesus ed entra Nainggolan. Al 23′ arriva il vantaggio giallorosso con Dzeko, che riceve l’assist di El Shaarawy e a porta vuota non può sbagliare. Dopo soli 5 minuti però risponde il Cesena. Su un cross di Balzano, Allison sbaglia l’uscita e si scontra con Manolas. Il pallone rimane lì, e Garritano a porta sguarnita può insaccare l’1-1. Quando tutto sembra indirizzarsi verso i tempi supplementari arriva il rigore della Roma. Nainggolan trova Strootman in area, l’olandese tocca il pallone e si scontra con Agliardi. A tempo ormai scaduto Totti segna il gol del 2-1 che porta la Roma in semifinale.

ROMA-LAZIO IN SEMIFINALE

Con molta fatica la Roma riesce a superare un ottimo Cesena. Gli uomini di Camplone hanno messo in difficoltà a più riprese la squadra di Spalletti. Soltanto un rigore (molto contestato dai bianconeri) ha spezzato il sogno dei romagnoli. I giallorossi hanno cambiato volto con l’ingresso di Nainggolan che ha dato vitalità e qualità alla manovra. Proprio dai piedi del belga è nata infatti l’occasione del 2-1. Ora il tabellone vede Napoli e Juventus da una parte, e Roma-Lazio dall’altra. Si prospettano due semifinali molto avvincenti e combattute. Soprattutto il derby, sarà il remake della finale del 2013 che vide trionfante la Lazio con il gol di Lulic.

Nato a Lugo (RA) il 30/07/1993, laureato in Scienze Politiche e studente magistrale in Mass Media e Politica. Vivo, seguo e amo il calcio…ma non solo, perchè “chi sa solo di calcio non sa nulla di calcio”.

Commenta per primo

Lascia un commento