Il Calciomercato dell’Empoli secondo CM24/7

MOVIMENTI DI MERCATO UFFICIALI

  • ACQUISTI: Thiam (da Juventus, prestito), Zajc (da Olimpia Lubiana, titolo definitivo, 1,5 milioni), Jakupovic (da Middlesbrough, titolo definitivo), El Kaddouri (da Napoli, titolo definitivo, 1,5 milioni), Picchi (da Spal, fine prestito), Pejovic  (da FK Zamun, prestito con diritto di riscatto)
  • CESSIONI: Gilardino (a Pescara, rescissione del contratto), Maiello (a Frosinone), Chanturia (a Olahense, prestito), Saponara (a Fiorentina, titolo definitivo, 1+9 milioni), Matheus Pereira (a Juventus, fine prestito), Bittante (a Salernitana, fine prestito dal Cagliari)

CHE COS’ERA NECESSARIO?

Per una squadra che naviga nella zona retrocessione la risposta potrebbe essere estremamente semplice. Una rivoluzione d’organico però difficile nella sessione invernale dove, in tempo di saldi, scarseggiano le occasioni e le società non fanno partire i pezzi pregiati. Ad aggiungersi, la disponibilità economica dell’Empoli non permette di certo grandi colpi. E allora ecco un mercato al risparmio, mirato, con giovani scommesse, esuberi di grandi club e toppe per ricucire i buchi lasciati dalle cessioni.

Nonostante un inizio di stagione decisamente sotto ogni aspettativa, la squadra di Martusciello sembra aver ingranato la marcia. Il ritmo salvezza sembra mettere i toscani a distanza di sicurezza dalla zona retrocessione lontana 8 punti e ormai diventata cosa per Crotone, Palermo e Pescara. La classifica racconta poi come l’Empoli abbia il peggior attacco dell’intera Serie A con 13 gol fatti in 22 partite. Nelle ultime giornate il reparto ha vissuto dei soli acuti di un ritrovato Mchedlidze (cannoniere della rosa con sole 5 reti) ma ha poi subito la partenza di Saponara, unico faro nell’oscurità offensiva toscana. Ulteriore perdita di importante peso specifico, dopo la rescissione contrattuale, è stata quella di Gilardino mai veramente dentro gli schemi dei toscani. I rinforzi là davanti erano dunque necessari per rinforzare una squadra orfana di gol.

ASPETTATIVE: SODDISFATTE O DELUSE?

Difficile rispondere. Non si può certo dire che la dirigenza empolese sia stata a guardare le deficienze della rosa. L’arrivo di El Kaddouri quasi sul gong è la mossa che proverà a non far rimpiangere la partenza di Saponara esploso la scorsa stagione ma, complice qualche infortunio, non fortunatissimo fin qui. Idee e fantasia che dunque sembrano essere state ben sostituite con l’arrivo del trequartista ex Napoli.

La concretezza là davanti invece dovrà vivere ancora, come sperano i tifosi toscani, dei soli lampi di Mchedlidze in attesa dell’ennesima rinascita di Maccarone e dell’eterno inesploso Pucciarelli. I colpi invernali Thiam (classe ’92) e Jakupovic (ex U23 del Middlesbrough con 8 presenze e 1 solo gol) infatti non sembrano prospettare grandi miglioramenti in fase realizzata. La loro giovane età fa pensare più che a rinforzi per l’immediato, ad investimenti per il futuro visto che capitan Maccarone si avvicina alle 38 primavere.

La campagna rafforzamento azzurra fa trasparire leggera aria di tranquillità sulla permanenza in Serie A, la stagione è compromessa ma la zona salvezza sembra comunque a relativa distanza di sicurezza.

VOTO: 5.5

Nato a Milano il 09/09/1996. Studia Comunicazione e Società presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Ambizioso, sognatore e amante di ciò che fa respira calcio da quando cammina. Calciomercato24/7 è la sua prima esperienza come collaboratore.

Commenta per primo

Lascia un commento