Il Calciomercato della Juventus secondo CM24/7

Analizziamo il calciomercato invernale della Juventus.

MOVIMENTI DI MERCATO UFFICIALI

  • ACQUISTI: Tomás Rincón; (da Genoa per 8 milioni + 1 milione bonus)
  • CESSIONI: Patrice Evra (a Olympique Marseille, ricavo nullo), Grigoris Kastanos; (a Pescara, prestito semestrale)

CHE COS’ERA NECESSARIO?

La Juventus, durante questa sessione di mercato, presentava la chiara necessità di aggiungere un tassello a centrocampo che potesse scendere in campo da titolare nel 4-3-1-2. Il mercato estivo, difatti, non aveva regalato all’allenatore toscano il tanto agognato centrocampista, essenziale per riproporre il modulo sopracitato.

ASPETTATIVE: SODDISFATTE O DELUSE?

La fumata nera per Axel Witsel ha subito dato un’impronta negativa al calciomercato bianconero, portando la società di Corso Galileo Ferraris a rivedere i suoi piani e costringendola a puntare su un altro giocatore. Taluno è, per l’appunto, Rincón. Il venezuelano, dotato di grande carisma, leadership e duttilità sarà sicuramente d’aiuto alla causa bianconera; tuttavia, il belga, esercitava sicuramente tutt’altro fascino. Il rimpianto rimane.

La situazione Patrice Evra ha leggermente scosso gli animi della società torinese, tuttavia è bene mettere sui piatti della bilancia i pro ed i contro di questa cessione: la Juventus perde un importante uomo-spogliatoio, ciononostante risulterebbe inopportuno e scorretto affermare come le sue ultime prestazioni fossero all’altezza della causa bianconera. Il terzino francese è comparso compassato e costantemente in affanno nelle ultime uscite, tanto da essere rilegato in panchina con notevole frequenza. Dalle parti di Vinovo, inoltre, uno spropositato utilizzo dei social network non è mai visto esageratamente di buon occhio… Doverosa e corretta la sua cessione.

Kastanos spicca il volo e la Juventus può essere fiera di questa operazione di mercato: il suo gioiellino avrà immediatamente l’occasione di farsi valere in Serie A con il compito di cercare di ritagliarsi uno spazio all’interno del delicato scacchiere tattico di Oddo. Mal che vada, il ragazzo avrà accumulato esperienza e qualche presenza nella massima serie italiana. Ottima scelta degli uomini-mercato Juventus.

Le aspettative sono soddisfatte, ma solo in parte. Il centrocampista tanto conclamato è infine arrivato, ma non risponde a quell’identikit di giocatore che possa dare una marcia in più alla propria squadra. È assolutamente inattaccabile il fatto di come acquistare un ‘top player‘ a gennaio sia assai arduo, ciononostante, la sensazione è che con un leggero sforzo in più la Juventus avrebbe potuto ingaggiare Luiz Gustavo, ex Bayern Monaco e perno della nazionale brasiliana. Un curriculum che lo rende degno di sfiorare la categoria ‘top player’, no?

VOTO

Il voto è 6.5. Ad alzare il parametro contribuisce soprattutto la scelta di Massimiliano Allegri di optare con maggior frequenza per un centrocampo a 2; ciò consente di avere un ricambio di alta qualità in panchina (uno tra Marchisio, Khedira e Pjanic) rendendo meno urgente l’acquisto del centrocampista e permettendo a Rincon – abituato ad essere schierato in un centrocampo a 2 – di inserirsi con maggior versatilità nell’organismo blackandwhite.

Nato a Rovigo il 17/12/1996. Studente di lingue, civiltà e scienze del linguaggio presso Ca’ Foscari (VE). Parlare di calcio – e tutto ciò che vi gira attorno – è la mia passione numero uno.

Commenta per primo

Lascia un commento