Milan cinese: ci siamo! Un piano per il rilancio

Dopo un avvio di stagione sfavillante, ben al di là delle aspettative, la squadra di Montella vive un periodo nero. I rossoneri hanno inanellato una serie di risultati deludenti che rischiano di compromettere il percorso tracciato nel girone di andata. I tifosi sperano di poter tornare a gioire per una vittoria già domenica contro la Sampdoria. Una vittoria che allontanerebbe le nubi che incominciano a stagliarsi sulla formazione guidata dall’Aeroplanino. In attesa del match si possono già consolare con le ultime notizie legate alla cessione del club.

DETTAGLI E CIFRE

Secondo quanto riportato da La Repubblica, la cordata cinese ha completato l’architettura finanziaria necessaria a raggiungere la conclusione dell’affare. A quanto risulta, il piano prevede il versamento di 500 milioni di euro. 320 sarebbero girati a Fininvest, dopo la caparra di 200 già versata, mentre il resto ripianerebbe le perdite societarie degli ultimi mesi e finanzierebbe la prossima sessione di mercato. Per aggirare il divieto cinese di espatrio di capitali, Sino Europe ha previsto la nascita di una nuova società a Hong Kong. Da qui i fondi passerebbero all’holding “Rossoneri Europe”, con sede a Lussemburgo, per poi essere girati alla società della famiglia Berlusconi.

I TEMPI

Affinché l’operazione venga conclusa prima della scadenza prevista del 3 marzo, gli uomini dei cinesi dovranno insediarsi al consiglio di amministrazione in tempi brevi. Al massimo tra una decina di giorni dovrà essere convocata l’assemblea che segnerà il loro ingresso nel consiglio. Solo allora verranno svelati i nomi degli investitori che tuttora rimangono un mistero.

LAVORI IN CORSO

Nonostante il passaggio di proprietà non sia ancora ufficiale, si sta già lavorando al Milan che verrà. Marco Fassone, come amministratore delegato, e Massimiliano Mirabelli, nei panni di uomo mercato, stanno già progettando il futuro. Il primo è alla ricerca di una bandiera del glorioso passato che possa rivestire un ruolo di riferimento all’interno della società. Dopo il rifiuto di Paolo Maldini si sondano altri nomi. Il secondo pare invece aver opzionato già alcuni calciatori per quest’estate.

Ora non resta che attendere. Siamo agli sgoccioli di una telenovela infinita. I tifosi rossoneri si augurano una conclusione positiva dell’affare che potrebbe rilanciare il club e riportarlo ai fasti di un tempo.

Nato a Milano il 30/08/1997. Studente triennale in Economia e scienze sociali presso l’Università Bocconi di Milano. Amo il calcio, che considero molto più di un semplice sport, un’arte, citando G.B. Shaw, “l’arte di comprimere la storia universale in 90 minuti”.

Commenta per primo

Lascia un commento