Inter, Moratti risponde all’accusa di Elkann

A quattro giorni di distanza, il Derby d’Italia continua a lasciare strascichi tutt’altro che indifferenti. Non dal punto di vista del risultato – anche se questo ha inciso molto  – bensì delle polemiche. I nerazzurri, infatti, recriminano con vigore due presunti rigori non concessi dall’arbitro Rizzoli, episodi che hanno diviso anche buona parte degli opinionisti. Ad infuocare maggiormente Juventus-Inter ci ha pensato John Elkann, a cui ha risposto successivamente Massimo Moratti. In mattinata il Presidente di Exor, riprendendo le parole dell’a.d. Marotta che aveva definito “imbarazzanti” le lamentele dell’Inter, ha scagliato una frecciatina ai nerazzurri:

“Sono d’accordo con Marotta, è abbastanza stupefacente che l’Inter non abbia ancora imparato a perdere, anche se dovrebbe essere abituata. È stato positivo vedere i nerazzurri giocare bene, peccato che poi si debbano fare tante polemiche. Quella di domenica è stata una bella partita che abbiamo meritato di vincere giocando meglio. Credo che sia importante capire bene quello che succede in campo e riconoscere la sportività che la Juve ha sempre dimostrato di avere”.

La società di Corso Vittorio Emanuele non ha risposto alla pesante provocazione di Elkann, cosa a cui ha pensato, però, l’ex numero uno Moratti. Ecco le sue dichiarazioni riprese dalla Gazzetta dello Sport:

“Cosa rispondo alle parole di Elkann? In questo caso ci vuole la saggezza di Zhang, il silenzio intelligente di Zhang. Se il giudice sportivo c’è andato pesante? Lasciamo stare…”

Insomma, il Derby d’Italia è tutt’altro che finito.

Classe ’94. Vengo da Longa, paesino in provincia di Vicenza.
Amo follemente il calcio, quello puro, il cui massimo esponente – secondo il mio parere – è stato Roberto Baggio, figura che mi ha fatto innamorare di questo magnifico sport. Scrivo per ridonare, nel mio piccolo, i valori morali per cui il calcio è nato e che via via, purtroppo, stanno scemando.

Commenta per primo

Lascia un commento