Napoli – Genoa: le probabili formazioni. Ballottaggio in attacco per Sarri

Questa sera nella bellissima cornice del San Paolo andrà in scena Napoli – Genoa, gara valevole per la 24esima giornata di Serie A. I padroni di casa vengono dalla straripante vittoria ai danni del Bologna per 7 a 1 e non perdono da 12 gare: 8 le vittorie, 4 i pareggi. Gli ospiti, invece, stanno vivendo un periodo tutt’altro che positivo ed il loro score parla chiaro. I Grifoni non vincono dal 27 novembre, quando tra le mure domestiche schiantarono la Juventus con una prestazione superba. Da quel giorno la squadra di Juric è crollata: 6 sconfitte e 3 pareggi. Un bottino davvero amaro.

LE PROBABILI FORMAZIONI 

Con il big match al Bernabeu ormai alle porte e con Callejon e Hysaj squalificati, Sarri per la gara di questa sera si affiderà ad un mini turnover per far rifiatare alcuni titolari. In difesa torna Koulibaly, mentre Maggio prenderà il posto proprio di Hysaj. In centrocampo, probabilmente, ci sarà spazio per Allan e Jorginho. L’unico dubbio rimane per il reparto avanzato. Giaccherini al momento sembra in vantaggio rispetto a Pavoletti per sostituire Callejon, ma non è affatto escluso che possa partire titolare proprio l’ex Genoa. In questo caso Mertens agirebbe sulla fascia destra.

Gli ospiti invece, che non vincono al San Paolo dal febbraio 2009, dovranno fare a meno di Izzo, squalificato, e degli infortunati Perin, Biraschi e Ntcham. Tra i pali ci sarà Lamanna; a comporre il terzetto difensivo Munoz, Burdisso e Gentiletti. Sugli out esterni di centrocampo ci saranno Lazovic e Laxalt, centrali i neo acquisti Cataldi ed Hiljemark. Nel tridente offensivo sono sicuri del posto Palladino e Simeone; per completare il reparto ballottaggio, invece, tra Rigoni e Pandev. Il primo sembra favorito.

NAPOLI (4-3-3): Reina; Maggio, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Giaccherini, Insigne, Mertens. All. Maurizio Sarri.

GENOA (3-4-3): Lamanna; Munoz, Burdisso, Gentiletti; Lazovic, Cataldi, Hiljemark, Laxalt; Palladino, Rigoni, Simeone. All. Ivan Juric.

 

Classe ’94. Vengo da Longa, paesino in provincia di Vicenza.
Amo follemente il calcio, quello puro, il cui massimo esponente – secondo il mio parere – è stato Roberto Baggio, figura che mi ha fatto innamorare di questo magnifico sport. Scrivo per ridonare, nel mio piccolo, i valori morali per cui il calcio è nato e che via via, purtroppo, stanno scemando.

Commenta per primo

Lascia un commento