Il closing si farà, vi spiego il perchè

LO SPAZIO DEL DIRETTORE

In casa Milan non si parla d’altro: il closing è il tema cardine nell’ambiente rossonero, nessun’altra manovra potrà esser fatta senza prima risolvere questa situazione. Ma questa chiusurà avverrà, parola mia. Ci tengo anche a spiegare il perchè.

Questo mondo bisogna conoscerlo prima di valutarlo o dare opinioni, tutti parlano senza mai approfondire la questione. In questi mesi ne ho sentite di ogni:

“E’ una manovra di Berlusconi, è un ri-circolo economico di Fininvest, questi cinesi sono finti…”.

Il mondo di Casa Milan è spaccato in due ma, come pocanzi stavo dicendo, bisogna essere dentro alcune dinamiche prima di valutare correttamente le situazioni. Le tante chiacchierate con i procuratori dei giocatori di Montella mi hanno dato una risposta definitiva. Tutti mi parlano di un mercato già avviato da Fassone e Mirabelli, sembra impossibile pensar altro per i miei amici-agenti. Inoltre queste due figure si son già rese note: Mirabelli ha perso il posto all’Inter per approdare nella società “kilpiniana”, non credo che un dirigente così noto perda una sicurezza per una scommessa.

Il closing si farà e se il mercato è già iniziato si spenderà. Iniziare così in anticipo queste manovre è sinonimo di operazioni complicate e difficili da slegare, basti pensare a trasferimenti internazionali che han bisogno di parecchie manovre prima di essere conclusi.

Il mercato, in maniera specifica, verterà su un grandissimo attaccante, un centrocampista e un innesto di qualità.

Tutto risolto a livello logico, speriamo che da questa deduzione si possa davvero cogliere la verità dei fatti.

Nato nel periodo più bello del calcio italiano, nel periodo del “grande Milan” di Sacchi, ho da sempre potuto ammirare la bellezza del calcio, sport unico che ha sempre tanto da insegnare e regalarti, forse in serbo per me vuole anche donarmi il mio lavoro dei sogni: il giornalista. Il grande coronamento di questo sogno è la mia creatura Calciomercato247.it.

Commenta per primo

Lascia un commento