Cosa aspettarsi da Benfica-Borussia Dortmund

Benfica-BVB? Per noi, nel doppio confronto, la spuntano i gialloneri.

Analisi del match di Champions League tra lusitani e tedeschi

INTRODUZIONE

Questa sera ritorna la Champions League, e lo fa in grande stile con un affascinante ottavo di finale tra Benfica e Borussia Dortmund. La gara si disputerà al Da Luz, a Lisbona, e con elevate probabilità gli spettatori avranno modo di assistere ad un match equilibrato, piacevole e tutt’altro che scontato. I primi in classifica della Primeira Liga, nonché i padroni di casa, stanno vivendo un momento positivo che li ha portati a imporsi – appena quattro giorni fa – per 3-0 sull’Arouca; i gialloneri, di contro, quarti in classifica, si recano a Lisbona amareggiati, a causa di una sconfitta appena patita sul campo del Darmstadt. Il momento di forma, potrebbe incidere non poco sul doppio confronto tra le due compagini.

LE PROBABILI FORMAZIONI

Poche novità in casa Benfica: il tecnico Rui Vitoria punta infatti sulla difesa a quattro, schierando i gioielli Semedo e Lindelof, attenzionati ed osservati dai club più importanti del globo;

Il Borussia Dortmund, invece, potrebbe schierare una difesa a tre che vedrebbe Piszczek disimpegnarsi da difensore centrale piuttosto che da terzino destro. In avanti, spazio al duo delle meraviglie: Reus e Aubameyang.

BENFICA (4-4-2): Ederson; Semedo, Luisao, Lindelof, Eliseu; Salvio, Almeida, Fejsa, Pizzi; Mitroglou, Jimenes.
BORUSSIA DORTMUND (3-5-2): Burki; Sokratis, Bartra, Piszczek; Schmelzer, Durm, Guerreiro, Weigl, Dembelé; Reus, Aubameyang.

COSA ASPETTARSI

C’è da aspettarsi una gara movimentata, in cui entrambe le squadre alterneranno momenti di sofferenza a momenti di assedio; i portoghesi possono contare su una difesa rodata che, in campionato, ha incassato appena 12 gol e su una fase offensiva che ha contribuito alla realizzazione di 47 reti; attenzione, però, a non esaltare eccessivamente la compagine di Lisbona: in campionato è brillante ma, in UCL, la storia è decisamente diversa e ne è lo specchio il doppio confronto con il Napoli in cui ha subito ben 6 reti, non risultando mai in partita.

I tedeschi, favoriti sulla carta, non hanno dalla loro parte l’appoggio strategico dei numeri, che recitano così: 40 reti realizzate, 23 reti subite in campionato; uno score né eccelso, né pessimo; ciononostante, il Borussia Dortmund può vantare una grande esperienza in questa competizione europea che negli ultimi anni ha visto i gialloneri addirittura protagonisti – in negativo – in finale di UCL; ricordiamo inoltre che la formazione allenata da Tuchel è riuscita ad insediarsi al primo posto in un girone dov’erano presenti i blancos di Zidane, contro cui non è mai uscito sconfitto.

Il momento di forma tra le due squadre potrebbe rimescolare le carte in tavola, tuttavia, ci sentiamo di dare per favorita la formazione giallonera.

 

Nato a Rovigo il 17/12/1996. Studente di lingue, civiltà e scienze del linguaggio presso Ca’ Foscari (VE). Parlare di calcio – e tutto ciò che vi gira attorno – è la mia passione numero uno.

Commenta per primo

Lascia un commento