Europa League, è la volta buona?

Fiorentina e Roma impegnate domani in Europa League. Che cosa dobbiamo aspettarci dagli avversari?

TRADIZIONE NEGATIVA

Partiamo da un dato di fatto: nessun club italiano ha mai vinto l’Europa League. Per trovare l’ultimo successo italiano bisogna risalire fino al 1999, quando il Parma di Buffon e Cannavaro vinse il torneo che si chiamava ancora Coppa Uefa. Nella nuova competizione invece, le squadre italiane sono riuscite soltanto a raggiungere la semifinale (Juventus nel 2014, Napoli e Fiorentina nel 2015), senza mai arrivare fino in fondo. Diciamo che i club nostrani hanno un po’ snobbato la competizione, spesso ricorrendo al turnover nelle partite di Europa League: il torneo è lungo e giocare al giovedì non aiuta. Negli ultimi anni però, sembra che l’atteggiamento delle squadre italiane stia cambiando. Può essere questa la stagione decisiva per vedere un nostro club in finale?

ROMA, OSTACOLO VILLAREAL

Abbiamo visto negli anni passati che il valore tecnico delle squadre, in questa competizione, non è l’unica cosa che conta. Sia la Juventus nel 2014, sia il Napoli nel 2015, sono state eliminate da squadre che, almeno sulla carta, erano inferiori alle italiane. La Roma è una delle squadre favorite per la vittoria del torneo in questa stagione; sicuramente una delle squadre più forti insieme con Manchester United e Tottenham. Il Villareal però è altrettanto ben strutturato, uno dei peggiori avversari che i giallorossi potessero trovare al sorteggio per i sedicesimi di finale. Ecco perché Spalletti dovrà schierare domani sera la miglior formazione per cercare di fare un’ottima prestazione al Madrigal, così da affrontare il ritorno all’Olimpico più serenamente. La vittoria dell’Europa League deve essere un obiettivo concreto per la Roma.

FIORENTINA, NELLA “GIUNGLA” DEI TEDESCHI

Anche la squadra di Paulo Sousa non è stata particolarmente fortunata nei sorteggi. Il Borussia Mönchengladbach è una squadra di valore, eliminata dalla Champions League nel girone con Barcellona e Manchester City. La Fiorentina però, è ormai abituata a questa competizione, e vuole evitare un’altra eliminazione ai sedicesimi dopo quella dell’anno scorso contro il Tottenham. I viola, dopo un inizio di stagione non entusiasmante, sembrano aver ritrovato le certezze della passata stagione. Sarà fondamentale nel doppio scontro la trasferta di domani in Germania. Intanto, la Bild avvisa la squadra viola: lo stadio del Borussia sarà una “giungla”.

Nato a Seriate (BG) il 17 Dicembre 1994, studente magistrale presso Mass Media e Politica all’Università degli Studi di Bologna. Amo il calcio da quando ero bambino, e non smetterò mai di viverlo: sul campo, allo stadio, in televisione o da una scrivania. E’ lo sport più bello del mondo; la gioia di un gol, quell’emozione del momento, non si trova in nessun’altra disciplina.

Commenta per primo

Lascia un commento