De Laurentiis un fiume in piena nel post partita: “Ci è mancata la cazzimma”

Nel post partita di Real Madrid-Napoli, ai microfoni di Premium Sport, Aurelio De Laurentiis ha rilasciato dichiarazioni importanti. Il patron dei partenopei infatti non avrebbe condiviso molte scelte fatte da Sarri

LE PAROLE DI DE LAURENTIIS

“Non condivido alcune scelte fatte, ma le tengo per me. Bisognava trovare delle alternative. Io ho speso dei soldi per dei giocatori che non hanno mai giocato”. Queste le prime bordate del Presidente azzurro. Il riferimento a Leonardo Pavoletti sembra abbastanza chiaro, dato che l’ex Genoa finora ha giocato poco e nulla, e stasera non era neanche in panchina. DeLa ha poi aggiunto: “Non voglio entrare nel merito delle scelte e non mi permetto di dare consigli. Posso non condividere alcune scelte fatte ma me lo tengo per me. Non dico che avrebbe dovuto giocare Milik al posto di Mertens. Il problema è che si dovevano trovare delle alternative prima della Champions. A me non interessa vincere sempre in campionato perché poi in Serie A puoi recuperare, però la sperimentazione di tutti e 26 i giocatori mi permette di capire gli acquisti, i moduli e tutto il resto. Se no arriviamo alla fine del campionato con qualcuno che non ha mai giocato. È fondamentale capire se posso contare sul quel giocatore o no, invece così alcuni giocatori non giocano mai e io non potrò capire se ho sbagliato o meno a investire quelle cifre”. 

PROBLEMA DI ATTEGGIAMENTO

De Laurentiis ha continuato poi criticando anche l’atteggiamento della squadra, elogiando solamente Lorenzo Insigne: “Ha prevalso la legge del più forte? Credo che ai ragazzi stasera sia mancata la cazzimma napoletana. L’unico che l’ha avuta è stato Insigne, che ha fatto un gol meraviglioso. Gli altri non esistiti, è come se si fossero bloccati davanti la mostro sacro di nome Real Madrid, che non ha giocato in modo straordinario, anche se con la nostra inadeguatezza avrebbe potuto vincere 5-0. Quindi è andata bene. Io credo che nulla sia perso, poi si può discutere di tutto, sulla formazione e sui lati calcistici ma queste sono decisioni che spettano all’allenatore. Tutta la squadra è stata assente, a parte Insigne. Al di là del gol il ragazzo napoletano ha giocato con la napoletanità. La cazzimma forse è mancata perché si pretende troppo da chi è stato scelto per fare un ruolo diverso. Forse senza l’infortunio di Milik stasera avremmo visto un’altra partita”. Anche in questo caso è chiaro il riferimento finale a Dries Mertens.

LA DIFFERENZA CON IL REAL

Aurelio De Laurentiis ha poi chiuso parlando del gap tra il Real e la sua squadra: “Io non credo che ci sia questa grossa differenza di qualità perché i giocatori del Real hanno stipendi assurdi e impensabili. Questa sera è mancata la precisione e l’aggressività. Se noi pensiamo che ogni volta giocando con la linea alta vogliamo battere tutti sbagliamo: in certe gare dovremmo usare una tattica diversa ma queste sconfitte sono salutari perché ci fanno crescere. Noi abbiamo giocatori che ci invidiano tutti e mi arrivano molte offerte che io rimando al mittente. Noi siamo una società giovanissima, siamo partiti dalle ceneri. Il fatto di essere da 7 anni consecutivi in Europa significa che stiamo lavorando benissimo”.

Nato a Lugo (RA) il 30/07/1993, laureato in Scienze Politiche e studente magistrale in Mass Media e Politica. Vivo, seguo e amo il calcio…ma non solo, perchè “chi sa solo di calcio non sa nulla di calcio”.

Commenta per primo

Lascia un commento