Il pericolo numero uno del Porto

Tutto quello che c'è da sapere su Andre Silva!

Analisi del centravanti del Porto attraverso Squawka.

UN AVVERSARIO DA NON SOTTOVALUTARE

Il Porto, nonostante, possa sembrare un avversario di poco conto per la Juventus, è una corazzata di cui tenere conto e da non sottovalutare. La compagine portoghese, infatti, si trova distante appena un punto dalla capolista Benfica e vanta un bottino di ben 6 vittorie consecutive; l’ultima gara disputata, inoltre, è terminata 4-0 per la squadra diretta da Nuno Espírito Santo: un segnale tutt’altro che incoraggiante per i bianconeri che, all’Estadio Do Dragao, si troveranno all’interno di una bolgia. Ne sa qualcosa il laterale della Juventus, Alex Sandro, che ha recentemente dichiarato: “Il Porto lotta fino alla fine, sempre, e non è mai facile giocare contro di loro. Sono una squadra che ha molti giocatori di ottimo livello, non mollano per tutti i novanta minuti, specialmente in casa.”

PERICOLO PUBBLICO NUMERO UNO, ECCO ANDRE SILVA

L’ostacolo principale che si frappone tra i bianconeri ed i quarti di finale è rappresentato dal centravanti rivale, Andre Silva (21).  Il portoghese, che di ruolo fa la prima punta, ha infatti messo a segno 18 reti e 7 assist in 32 presenze complessive: i gol siglati in campionato, nello specifico, sono 13 e risultano ben 4 quelli messi a segno in UCL. Andiamo ora ad analizzare i punti di forza di questo prodigio del calcio moderno;

ANALISI GOL REALIZZATI (17):

Delle reti realizzate spunta immediatamente un fattore notevole; per quanto abile, il ragazzo si presenta piuttosto acerbo sotto diversi punti di vista: cio è evidenziato dal fatto che egli non sia ancora riuscito a mettere a segno – in stagione – una rete da fuori area. Esso rappresenta un dato importante per la Juventus che, consapevole di determinate statistiche, affronterà il portoghese con un determinato atteggiamento.

I 17 gol realizzati – tutti all’interno dell’area – presentano inoltre un altro dei suoi punti deboli: la dipendenza dal piede destro. Andre Silva ha segnato, sin qui, appena 2 reti con il proprio piede debole; il ragazzo fa infatti maggior affidamento sul piede favorito (9 reti) e sui duelli aerei in cui, grazie ai suoi colpi di testa, è riuscito a mettere a segno 6 reti.

Il talento del Porto, che denota ampi margini di miglioramento, rappresenta una sicurezza anche a livello tecnico: egli vanta il 71% di passaggi correttamente completati ed un totale di 7 assist all’attivo.

In caso di rigore, batte… proprio lui, Andre Silva. Sono ben 6 le reti sin qui segnate dal centravanti lusitano.

Nel complesso emerge un quadro della situazione piuttosto chiaro: Andre Silva va marcato con cura all’interno dell’area e va ostacolato sul piede destro, con cui trova la maggior parte delle reti; bisogna inoltre avere un occhio di riguardo sui suoi movimenti in caso di cross: il ragazzo, di testa, sa farsi valere.

La Juventus, comunque, ha di fronte un centravanti valido e pericoloso ma, forse, troppo esaltato dai media: al netto di un’analisi accurata,spunta un dato di precisione nella finalizzazione pari appena al 55% e – come visto in precedenza – un grosso numero di reti realizzate sur rigore.

Andre Silva, forse, non fa così paura.

Nato a Rovigo il 17/12/1996. Studente di lingue, civiltà e scienze del linguaggio presso Ca’ Foscari (VE). Parlare di calcio – e tutto ciò che vi gira attorno – è la mia passione numero uno.

Commenta per primo

Lascia un commento