Serie A, i 5 protagonisti dell’ultima giornata

ZDENEK ZEMAN

Protagonista assoluto dell’ultima giornata. Zemanlandia riapre i battenti e lo fa dove ha meravigliato l’ultima volta, in quello stadio Adriatico che non ha mai smesso di amare il boemo. 5 gol e prima vittoria sul campo per gli abruzzesi, che sicuramente non hanno risolto i tanti problemi evidenziati, ma hanno dato un gran bel segnale soprattutto ai propri tifosi. Ora al lavoro per cercare una rimonta disperata, e anche se l’epilogo sembra già scritto, c’è modo e modo per uscire di scena. Farlo con Zemanlandia sembra quello migliore.

ALESSANDRO FLORENZI

La sorte è crudele e in questo caso lo ha dimostrato in pieno. Un infortunio choc, un recupero veloce e pieno d’entusiasmo, il traguardo ad una manciata di passi e poi… di nuovo crack. Un destino che potrebbe abbattere chiunque, ma non Alessandro Florenzi, un ragazzo che si è fatto strada col sorriso e col lavoro prima ancora che con il talento. Per il 24 giallorosso c’è ora la partita più difficile, ma ancora una volta Florenzi ha dimostrato che quando la vita colpisce bisogna sempre risponderle con un sorriso. Le sue parole di gratitudine valgono più di mille gol da centrocampo.

GERARD DEULOFEU

Arrivato tra mille dubbi, è stato da subito considerato l’ennesima operazione fallimentare di un passato recente che ha portato a Milano giocatori di dubbia qualità. Deulofeu invece ha risposto alla grande e in poche partite si è preso il Milan. Gongola Galliani in tribuna, ma lo fanno anche i tifosi del Milan che dopo l’infortunio di Bonaventura possono tornare a respirare fiducia. Il ragazzo decide il match con la Fiorentina, sfodera un’altra grande prestazione e riporta i rossoneri in piena lotta Europa. E menomale che Galliani non capisce nulla…

PAULO DYBALA

Finalmente una Joya. Dopo un’annata piena di problemi, dall’infortunio alla mancanza di gol, dal contratto alle brutte prestazione, Paulo Dybala torna gigante proprio contro la squadra che per la prima volta ce lo ha reso. Punizione, assist, piazzato da fuori, il mancino di Dybala può tutto e torna finalmente ad illuminare lo Juventus Stadium. Lo fa nel momento più importante, con la Champions alle porte e Roma e Napoli al massimo della forma. Da Palermo a Palermo, Paulo is back.

GABRIEL BARBOSA

Finalmente parte due. Dopo mesi di dubbi, speculazioni e tante espressioni di sfiducia, Gabigol ricambia il supporto dei tifosi nerazzurri che lo hanno sempre incitato e gli regala 3 punti d’oro. Il gol sarà stato anche facile facile e, per carità, non scomodiamo il fenomeno Ronaldo, ma Barbosa si è fatto trovare pronto, nel posto giusto e al momento giusto. Un plauso speciale a Pioli, che si è mostrato finora perfetto nella gestione del ragazzo, inserendolo gradualmente senza dare conto a tutto il circo mediatico creatosi intorno. Ora arriva il difficile, ma Gabigol ha dato il primo squillo.

Nato a Roma il 09/09/1995, è studente di lingue presso l’università “La Sapienza” di Roma. La sua grande passione è il calcio, quello vero, romantico e artistico. Ha collaborato con diverse redazioni sportive con un solo e unico obiettivo: farsi strada nel mondo giornalistico!

Commenta per primo

Lascia un commento