Cosa aspettarsi da Bayer Leverkusen – Atletico Madrid

Nel secondo martedì sera dell’andata di Champions League scendono in campo sulle rive del Reno Bayer Leverkusen e Atletico Madrid, sicuramente non il più blasonato degli accoppiamenti di questi ottavi di finale ma un confronto molto interessante tra due compagini quadrate, duttili e dinamiche, che merita di essere guardato per poter apprezzare due modelli di calcio diversi ed entrambi moderni, fortemente dipendenti dai dettami dei rispettivi allenatori.

L’INGEGNERE NON TEME IL CHOLO

Se l’Atletico Madrid ha fatto quel che ha fatto negli ultimi anni e il Bayer Leverkusen è una realtà sempre più affermata nel calcio tedesco  è infatti merito soprattutto dei rispettivi allenatori, Roger Schmidt e il Diego Simeone, capaci – da una parte – di costruire le proprie squadre attorno alle proprie idee e – dall’altra – di adattare le proprie idee ai componenti delle rispettive rose a disposizione.
E se il metodo e i risultati del “Cholo” sono risaputi e rinomati in tutto il movimento calcistico, meno noto è il calcio iper-dinamico di Schmidt, l”ingegnere”.
Il suo Bayer ci mette in media 7 secondi per concludere un’azione dopo il recupero palla, ma guai a chiamarlo “difesa e contropiede”: è una filosofia di gioco improntata su pressing alto e ben distribuito, ricerca ossessiva degli spazi e gioco veloce e di grande qualità. In una parola: Gegenpressing, filosofia che ha ormai preso piede da anni in terra tedesca, che si è potuto apprezzare nel miglior calcio di Klopp a Dortmund e Guardiola a Monaco di Baviera.

Per questo, la partita di stasera racconta il confronto di due modelli di gioco moderni ed europei, veloci e qualitativi: un mix che potrebbe produrre 90 minuti di calcio capaci di oscurare, per spettacolo ed estetica tattica, molti altri featuring di questo turno di Champions.

PROBABILI FORMAZIONI

BAYER LEVERKUSEN (4-2-3-1): Leno; Henrichs, Toprak, Dragovic, Wendell; Bender, Kampl; Bellarabi, Havertz, Brandt; Chicharito. All. Schmidt.
ATLETICO MADRID (4-4-2): Moya; Vrsaljko, Savic, Gimenez, Felipeluis; Saul Niguez, Gabi, Koke, Ferreira-Carrasco; Gameiro, Griezmann. All. Simeone.

 

Commenta per primo

Lascia un commento