Champions: primo round al Siviglia, ma Vardy tiene vivo il Leicester

L’andata degli ottavi di finale di Champions tra Siviglia e il Leicester se la aggiudicano gli andalusi: al Sanchez-Pizjuán finisce 2-1.

La gara, per le foxes, si era messa sin da subito in salita. Al minuto 13, Morgan entra in ritardo in scivolata su Correa: è penalty. Dagli undici metri però, lo stesso ex Samp si fa ipnotizzare da Schmeichel. Gli andalusi vanno avanti appena 10 minuti dopo: Escudero fa partire un lungo cross dalla sinistra, sul secondo palo Sarabia impatta di testa e batte il portiere danese. Il raddoppio dei padroni di casa arriva al minuto 63: Jovetic, lanciato in contropiede dalla difesa, serve in area di rigore Correa, che trafigge ancora Schmeichel con un piatto destro. I sogni del Leicester di passare al turno successivo sembrano essere già svaniti. Invece, dieci minuti dopo il 2-0, arriva la rete della speranza. Drinkwater, imbeccato sulla sinistra, crossa rasoterra sul secondo palo, dove Vardy arriva puntuale all’appuntamento col gol. L’attaccante inglese rompe così un digiuno che durava da 3 mesi.

Il risultato avvantaggia chiaramente gli spagnoli, ma tiene ancora vive le speranze della squadra di Ranieri. Al King Power Stadium, il 14 marzo, avremo un verdetto definitivo.

18enne di Milano, sono un malato di calcio in tutte le sue sfaccettature. Adoro scrivere e scambiare opinioni sul mondo del pallone e, perciò, aspiro a diventare giornalista sportivo. Scrivo per le testate online di Calciomercato24/7, Breakingsport.it e Il Termometro Sportivo.

Commenta per primo

Lascia un commento