Cosa aspettarsi da Siviglia – Leicester

Nel Mercoledì che chiude l’andata degli ottavi di Champions League, oltre alla Juventus impegnata ad Oporto si affrontano Siviglia e Leicester al Ramon Sanchez Pizjuan, creando un accoppiamento insolito formato da due compagini che si trovano esattamente ai poli opposti, sia a livello morale che tecnico-tattico. Il Siviglia, dopo anni di terzi posti nei gironi Champions con susseguenti vittorie in Europa League vuole finalmente dimostrare di saperci fare anche “al piano di sopra”, mentre il Leicester, in crisi nera in Premier League, vuole utilizzare le stelle della Champions per continuare a sognare.

NON SOLO SQUADRE A CONFRONTO

Siviglia-Leicester non è solo l’attuazione di idee e tattiche differenti tra Sampaoli e Ranieri, ma è anche il confronto tra due personalità diametralmente opposte.

Da una parte, la garra argentina del mister andaluso che, chiamato alla prova del fuoco della Champions, dovrà dimostrare di riuscire ad imporre la sua idea di gioco anche in campo europeo. Per farlo dovrebbe ritornare al classico 4-1-3-2  sfoderato nella fase a gironi ad inizio anno nella vittoria a Lione. Se saranno da valutare le posizioni di Vitolo e Nasri, gente capace di prendere in mano la squadra in qualsiasi momento, certo sarà l’utilizzo delle fasce con Mariano ed Escudero e la regia illuminante di N’zonzi, anche lui chiamato a confermare tutte le belle parole spese in fase di mercato dalla Juventus e non solo. In difesa, con Pareja e Mercado fuori, Lenglet e Rami dovranno cercare di mantenere le redini del reparto, che dovrebbe così essere a quattro. In attacco, Jovetic sarà affiancato da Ben Yedder, duttile per il gioco di Sampaoli. 8 risultati utili nelle ultime 10, il morale sembra di quelli giusti per una sfida di questo rango.

Dall’altra, Ranieri sa di poter contare su una squadra totalmente differente quando si tratta di Champions: nel solito 4-4-2 spicca l’assenza di Slimani, con Gray, Musa ed Okazaki che se la giocheranno per un posto. Il giapponese potrebbe prevalere per esperienza. A centrocampo, ci si affida a Mahrez per mettere in difficoltà Escudero che può commettere qualche sbavatura in fase di copertura. Da questo confronto potrebbe dipendere il risultato finale. In mezzo, Ndidi dovrà cercare di dare freschezza e progressione mentre si chiederà a capitan Drinkwater di marcare N’zonzi e di non farlo ragionare palla al piede. In difesa dovrebbe essere confermato il reparto che ha trionfato lo scorso anno in Premier League, sperando che ritrovi la stessa brillantezza di un tempo.

PROBABILI FORMAZIONI

SIVIGLIA( 4-1-3-2) : Rico; Mariano, Rami, Lenglet, Escudero; N’zonzi; Nasri, Vazquez, Vitolo; Jovetic, Ben Yedder. All: Jorge Sampaoli.

LEICESTER( 4-4-2): Schmeichel; Simpson, Morgan, Huth, Fuchs; Mahrez, Drinkwater, Ndidi, Albrighton; Okazaki, Vardy. All: Claudio Ranieri.

 

 

Italiano attualmente in Spagna, a Siviglia. Cerco di seguire tutto quello che succede intorno al mondo del calcio, una mia passione innata. Unire le mie diverse esperienze e i miei viaggi con il pallone è qualcosa che mi riesce al meglio e che provo a mettere nelle mie parole.

Commenta per primo

Lascia un commento