Il Pordenone cade a Teramo: 2-0 per gli abruzzesi

Si è giocato ieri l’unico recupero della 22esima giornata del Girone B di Lega Pro. Il Teramo ospitava davanti al proprio pubblico il Pordenone. Gli abruzzesi, con soli 21 punti, si trovavano al penultimo posto in graduatoria e dovevano assolutamente tornare alla vittoria. Per i friulani invece era un test importante per cercare di superare la Reggiana e avvicinarsi al Padova.

IL MATCH

La prima vera occasione da gol è al 35′ del primo tempo. Ilari, da buona posizione potrebbe portare in vantaggio i padroni di casa, ma il suo sinistro finisce in angolo. Dal successivo corner arriva il vantaggio del Teramo. Dopo un batti e ribatti in area, Barbuti è il più veloce a cogliere il pallone e a trafiggere Tomei. Al 40′, dopo un fallo a centrocampo di Amadio su Misuraca, si accende un parapiglia. Il direttore di gara, dopo aver osservato i giocatori spintonarsi, decide di espellere Ingegneri per il Pordenone e Imparato per il Teramo. Nella seconda frazione di gioco il protagonista assoluto è il portiere di casa Narciso. Già al 5′ Arma avrebbe una grandissima occasione, ma il numero uno locale si distende ottimamente sulla sua destra. È ancora Narciso a dover salvare il Teramo grazie alla sua parata sulla girata ravvicinata sempre del marocchino. Di Paolantonio avrebbe l’occasione per il 2-0. Il suo tiro è parato a terra da Tomei. Al 76′ ancora miracoloso Narciso, sul tiro al volo di Martignago. All’85’ arriva il raddoppio dei locali. Tempesti si presenta in area di rigore e calcia forte addosso a Tomei, la palla rimane in area, ma Semenzato nel cercare di servire di testa il proprio portiere segna un clamoroso autogol. 2-0 e partita finita.

TERAMO, 3 PUNTI DA SALVEZZA

Il Teramo non vinceva dal 4 Dicembre scorso, quando aveva espugnato il Morgagni di Forlì per 2-0. Da quel momento la squadra abruzzese aveva inanellato una serie di risultati negativi che l’avevano relegata al penultimo posto. Con questa vittoria il Teramo si porta a quota 24 punti, a due sole lunghezze dalla salvezza diretta. Domenica i teramani se la dovranno vedere in trasferta contro il Padova terzo in classifica.

PORDENONE, SCONFITTA PESANTE

Seconda sconfitta consecutiva per i neroverdi, che rimangono così a 45 punti al quinto posto in classifica. Oramai Parma e Venezia sono troppo lontane, l’obiettivo dei friulani rimane quello di posizionarsi nel migliore dei modi in attesa dei play-off. Domenica i ramarri se la vedranno con il Bassano. Partita d’alta classifica quindi dato che i veneti al momento occupano la settima posizione con 40 punti.

 

 

 

Nato a Lugo (RA) il 30/07/1993, laureato in Scienze Politiche e studente magistrale in Mass Media e Politica. Vivo, seguo e amo il calcio…ma non solo, perchè “chi sa solo di calcio non sa nulla di calcio”.

Commenta per primo

Lascia un commento