Vicenza – Amelia: c’e’ l’intesa!

Piove sul bagnato in casa Vicenza. Non solo per quanto riguarda la crisi di risultati che sta attanagliando i veneti nella zona rossa della classifica dopo aver chiuso con i fiocchi il girone d’andata, ma soprattutto per la pioggia di infortuni che si sta abbattendo sulla squadra di mister Bisoli. Giunti ad Avellino con il contagocce, i biancorossi sono stati decimati ulteriormente. Come se non bastasse, alla numerosa schiera presente in infermeria si sono aggiunti un acciaccato Raffaele Pucino ed un influenzato Francesco Benussi. Il primo ha lasciato il campo al termine del primo tempo per guai muscolari; il secondo, invece, al minuto 51 per febbre e gastrite. Bisoli ora, dunque, si trova in piena emergenza non solo nel reparto avanzato dove De Luca è costretto ad agire da prima punta, ma anche tra i pali.

CLAMOROSO: SPUNTA AMELIA

Visti anche gli infortuni degli altri due portieri, Vigorito e Costa(arrivato a gennaio dall’Inter), il Vicenza si sta muovendo sul mercato degli svincolati per affidare al proprio tecnico un estremo difensore d’esperienza, in virtù della posizione delicata in classifica. Per questo la dirigenza biancorossa ha avviato i contatti con l’ex Milan Marco Amelia e l’ex Empoli Davide Bassi. Il primo, però, attualmente è in pole-position. Tant’è che – secondo gianlucadimarzio.com – l’ex rossonero sarebbe già a Vicenza per sostenere le visite mediche. Le prossime ore, dunque, saranno decisive. Amelia clamorosamente, dopo l’avventura al Chelsea con 0 presenze, potrebbe quindi tornare tra i pali per difendere la porta del Vicenza. Qui, inoltre, troverebbe il suo compagno in nazionale Zaccardo – anch’egli fermo ai box – con cui si è consacrato ‘Campione del Mondo’ nel 2006.

Classe ’94. Vengo da Longa, paesino in provincia di Vicenza.
Amo follemente il calcio, quello puro, il cui massimo esponente – secondo il mio parere – è stato Roberto Baggio, figura che mi ha fatto innamorare di questo magnifico sport. Scrivo per ridonare, nel mio piccolo, i valori morali per cui il calcio è nato e che via via, purtroppo, stanno scemando.

Commenta per primo

Lascia un commento