Colpo di scena: Cassano rifiuta l’Entella

Era una possibilità che circolava nei giorni scorsi. Noi stessi avevamo raccontato di come le indiscrezioni raccolte portassero a pensare che Antonio Cassano avrebbe, alla fine, firmato per l’Entella. Il termine ultimo per la risposte sarebbero state le 19 di oggi, ora della chiusura del mercato degli svincolati. Ma FantAntonio ha anticipato i tempi.

LA RISPOSTA

No, grazie. Antonio Cassano dopo giorni di riflessione e seria considerazione dell’offerta ligure ha declinato la proposta. Cassano non firmerà per la Virtus Entella. Decisione presa e tempi anticipati. A questo punto, comunque non prima di giugno, a meno di ripensamenti o proposte estive, potrebbe terminare così la carriera di Antonio Cassano, fra successi e fallimenti. A 34 anni il talento barese sarebbe pronto ad appendere gli scarpini al chiodo e immergersi a pieno nel ruolo di papà e, secondo quanto ammesso da lui stesso qualche settimana fa, di manager della moglie Carolina Marcialis, tornata nelle acque della pallanuoto femminile.

“Starò a casa a fare il manager di mia moglie. Non mi cerca nessuno, che devo fare? Niente Cina, Grecia o Argentina. Non voglio andare da nessuna parte. Volevo rimanere in Italia però, ad oggi, non c’è niente”

“Con le pippe che ci sono in giro, io posso giocare ancora in serie A. E voglio giocare in serie A. Ma se non c’è l’opportunità rimango a casa. Ci sono grosse probabilità che a giugno finisca la mia carriera e inizi a fare il manager di mia moglie. Adesso il grano a casa lo porta lei”

Così si era rivelato a Valerio Staffelli alla consegna del Tapiro d’Oro qualche settimana fa. La chiamata della Serie B, della Virtus Entella, non deve aver entusiasmato il barese, ancora desideroso del palcoscenico della Serie A.

Secondo quanto raccolto da calcionews24.com infatti, nel centro di allenamento della Sampdoria, Cassano avrebbe risposto così allo scherzoso invito del portiere Viviano ad accettare la proposta ligure.

«No, non ci vado, penso di poter ancora giocare nel campionato dove giochi tu»

In queste ora comunque Cassano dovrebbe chiedere alla società blucerchiata il permesso di allenarsi con la Primavera fino al termine della stagione. Poi si vedrà.

La voglia di smettere, almeno fino a giugno, non sembra comunque sfiorare la testa “calda” di Antonio Cassano.

Nato a Milano il 09/09/1996. Studia Comunicazione e Società presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Ambizioso, sognatore e amante di ciò che fa respira calcio da quando cammina. Calciomercato24/7 è la sua prima esperienza come collaboratore.

Commenta per primo

Lascia un commento