La favola Chiesa sta facendo innamorare anche la Premier

Talento cristallino, abnegazione totale, impegno, volontà e sana sfrontatezza. Tutto riassunto in una sola figura, quella di Federico Chiesa. Il figlio d’arte che a suon di prestazioni sta facendo innamorare tutta Firenze e non solo…

SIRENE INGLESI

I numeri sono dalla sua. 24 presenza tra Serie A, Coppa Italia e Europa League. 3 gol e 3 assist. Senza dimenticarsi poi delle due presenze nella Coppa Italia Primavera. Due presenze, un gol e un assist. Tanto per non lasciare il segno anche lì. Federico Chiesa, anni 19 (classe 1997) è una delle più belle realtà del campionato di Serie A, che quest’anno a “sorprese” italiane, non si è certo risparmiato.

Promosso in prima squadra da Paulo Sousa prima del ritiro estivo di Moena, si è impossessato sempre di più della fascia destra diventando quasi titolare inamovibile, spodestando un canterano ex Barcellona come Tello. L’effetto-Chiesa ha avuto notevole risonanza non solo in Italia e negli ambienti della nazionale ma anche oltre manica.

Dalla Premier infatti sono numerosi i club interessati al giovane figlio d’arte che ha fatto innamorare la Fiesole. Ultimi in ordine cronologico a lasciare le proprie tracce dalle parti del Franchi sono state Liverpool e West Bromwich Albion. Secondo La Gazzetta dello Sport, nella partita fra Fiorentina e Torino erano presenti in tribuna emissari dei Reds, sotto precisa richiesta di Jurgen Klopp, rimasto colpito dalle prestazioni del baby-talento.

NON SOLO I REDS

Secondo quanto trapelato da tuttomercatoweb.com, in tribuna a fare compagnia allo scout del Liverpool, durante la gara finita 2-2 contro i granata, c’erano anche emissari del WBA. Dopo aver assisto a Lazio-Udinese con la lente di ingrandimento puntata su Keita, la trasferta italiana del West Bromwich Albion è proseguita al Franchi con l’obbiettivo di seguire da vicino proprio Federico Chiesa.

Tifosi e dirigenza viola hanno dunque serie questioni a cui badare. Chiesa sotto attacco dell’Inghilterra. Ma se questo fosse il solo prezzo da pagare per le prestazioni messe in campo finora, allora siamo sicuri Franchi e fiesolani sarebbero ben lieti di accogliere altrettanti scout.

Nato a Milano il 09/09/1996. Studia Comunicazione e Società presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Ambizioso, sognatore e amante di ciò che fa respira calcio da quando cammina. Calciomercato24/7 è la sua prima esperienza come collaboratore.

Commenta per primo

Lascia un commento