La Juve stende il Napoli

Termina 3-1 la semifinale d’andata di Coppa Italia tra Juventus e Napoli. Partenopei che escono sconfitti da questo primo match, decisive per la squadra di casa le reti di Higuain e Dybala.

PRIMO TEMPO

Dopo un inizio col botto della formazione bianconera nella prima frazione di gioco è il Napoli a passare in vantaggio: dopo un’azione corale Insigne innesca Callejon all’interno dell’area di rigore, quest’ultimo a tu per tu con Neto non può sbagliare, è la rete dello 0-1. Più tardi Mandzukic prova ad impensierire Reina ma l’estremo difensore azzurro si fa trovare pronto. Si va al riposo con la formazione di Sarri in vantaggio, risultato un po’ avaro finora visto lo spettacolo regalato dalle due compagini.

SECONDO TEMPO

Nel secondo tempo la Juventus acciuffa il pareggio: Dybala va giù in seguito ad un contatto con Koulibaly e per il direttore di gara non ci sono dubbi: è calcio di rigore. Il numero 21 della formazione di Allegri non sbaglia, ristabilita la parità con una rete per parte. Partenopei frastornati dopo la rete de “La Joya”, infatti successivamente arriva il raddoppio della squadra di casa: Pjanic batte un corner verso Cuadrado, il colombiano pesca all’interno dell’area il solito Higuain e il numero 9 argentino conclude con un tap-in vincente, decisiva in questo caso l’uscita a vuoto di Reina. Il Napoli prova a reagire ma la formazione campione d’Italia sorprende ancora una volta gli ospiti in contropiede: Dybala, dopo una lunghissima cavalcata, serve Cuadrado. L’esterno bianconero viene atterrato da Reina e l’arbitro fischia il secondo penalty a favore della Juve: dal dischetto va ancora il fantasista che battezza sempre lo stesso angolo e non fallisce, la Juventus firma il terzo gol. Ecco il triplice fischio: Allegri & Co. conquistano una fetta di finale, ma per scoprire la prima finalista di questa Coppa Italia bisognerà attendere il verdetto del San Paolo.

Classe 1996. Studente universitario appassionato di calcio giocato, parlato e scritto. Niente mi fa impazzire di più del vedere la palla in rete. Per me il calcio è come l’ossigeno: non posso vivere senza!

Commenta per primo

Lascia un commento