Real-Las Palmas: pirotecnico 3-3

Termina con un pirotecnico 3-3 la sfida della Liga tra Real Madrid e Las Palmas. Dopo un buon avvio blancos in evidente difficoltà durante la seconda frazione del match. Alla fine ci pensa il solito CR7 a tirare Zidane & Co. fuori dai guai agguantando il pareggio proprio a due minuti dalla fine. Il Barça adesso è a +1, ma la sfida del Bernabeu ha mostrato tutta la tenacia del Real nel combattere fino alla fine.

PRIMO TEMPO

Inizio col botto per la “Casablanca” che al 7′ trova la rete del vantaggio: Kovacic serve Isco e quest’ultimo, a tu per tu con il portiere, non può sbagliare. Al 9′ però arriva la reazione del Las Palmas: Tana riesce a staccarsi dalla marcatura di Sergio Ramos e trafigge Navas con un destro imprendibile, ristabilita la parità con una rete per parte. Al 29′, dopo una lunga cavalcata, Jesé Rodriguez serve su un piatto d’argento un cioccolatino a Boateng, ma il ghanese non sfrutta l’occasione e spara alto sopra la traversa all’interno dell’area di rigore. Si va al riposo con il punteggio di 1-1, Las Palmas pericoloso, Real sorpreso.

SECONDO TEMPO

La seconda frazione di gioco comincia subito con un episodio che si può rivelare decisivo per le sorti del match: Bale, in seguito ad una “diatriba” con Viera, viene espulso lasciando la compagine di Zizou in dieci. Al 54′ l’arbitro assegna un calcio di rigore alla formazione ospite: sul punto di battuta va Viera, il giocatore non sbaglia e porta avanti di un gol il Las Palmas. Dopo quattro minuti si complica ulteriormente la sfida per la squadra di casa: gli ospiti trovano il terzo centro con Boateng che, dopo aver dribblato Navas, deposita il pallone in fondo al sacco a porta completamente sguarnita. Real frastornato e il Las Palmas va vicinissimo al quarto gol con Jesé ma il portiere respinge. Ping-pong di occasioni durante il secondo tempo, ma all’84’ il Madrid accorcia le distanze: Cristiano Ronaldo trasforma su rigore la rete del 2-3, blancos di nuovo in corsa. All’88’ arriva la rete del 3-3: CR7 svetta più in alto di tutti su un calcio d’angolo battuto da James e salva la sua squadra dalla disfatta. Ecco il triplice fischio: il Real arranca in casa e il Barça si porta momentaneamente a +1 passeggiando con lo Sporting Gijon al Camp Nou. Liga ancora tutta da scrivere.

Classe 1996. Studente universitario appassionato di calcio giocato, parlato e scritto. Niente mi fa impazzire di più del vedere la palla in rete. Per me il calcio è come l’ossigeno: non posso vivere senza!

Commenta per primo

Lascia un commento