Pescara, Gilardino può già salutare

Prosegue la stagione da incubo in cui è incappato Alberto Gilardino. L’ex campione del mondo ha lasciato Empoli a gennaio per provare a rilanciarsi dopo un paio di esperienze deludenti. Si è così accasato a Pescara, con la speranza di trascinare i compagni verso una complicata salvezza. La realtà non ha però rispettato le aspettative, complice anche un’elevata dose di sfortuna. Fin qui l’attaccante ha disputato solo 70 minuti con la maglia del club abruzzese al San Paolo contro il Napoli. Un infortunio lo ha poi costretto ai box.

RESCISSIONE IN VISTA

Dopo un lungo stop, il ragazzo sembrava sulla via del recupero. Adesso un nuovo infortunio occorso al ginocchio mette addirittura in discussione il suo futuro in biancoazzurro. L’ex Milan si sottoporrà mercoledì a un intervento chirurgico a Roma e solo allora saranno più chiari i tempi necessari per rivederlo in campo. Come rivelato da gianlucadimarzio.com, il presidente Sebastiani sta valutando la possibilità di risolvere anzitempo il contratto di Gilardino. La decisione definitiva verrà presa solo dopo aver approfondito le tempistiche del rientro. Prosegue comunque il calvario del calciatore, che dal suo rientro in Italia, dopo l’esperienza cinese, non è ancora riuscito a esprimere le sue riconosciute qualità.

Nato a Milano il 30/08/1997. Studente triennale in Economia e scienze sociali presso l’Università Bocconi di Milano. Amo il calcio, che considero molto più di un semplice sport, un’arte, citando G.B. Shaw, “l’arte di comprimere la storia universale in 90 minuti”.

Commenta per primo

Lascia un commento