Il punto sulla 27esima giornata di Serie A

Con il posticipo Bologna-Lazio si è chiusa ieri la 27esima giornata di Serie A. Tra le prime, da sottolineare la sconfitta della Roma nello scontro diretto con il Napoli e il pari della Juve ad Udine. In zona Europa si continuano a macinare punti, con Inter, Milan e Lazio che non falliscono. Atalanta-Fiorentina, pur non schiodandosi dallo 0-0, non smuove più di tanto la classifica. In zona salvezza riesce a strappare un punto solamente il Crotone, con una buona prestazione interna contro il Sassuolo.

GLI ANTICIPI

Questo turno di campionato è iniziato con ben tre anticipi. Sabato alle 15.00 la partita più importante, quella tra Roma e Napoli. Partenopei che battono i giallorossi grazie alla doppieta di uno scatenato Dries Mertens. Inutile all’89’ la rete di Strootman che accorcia le distanze. Seconda partita alle 18 tra Sampdoria e Pescara. Nel primo tempo Cerri risponde al goal di Bruno Fernandes, poi Quagliarella e Schick regalano la vittoria ai blucerchiati. Samp che dunque prosegue la striscia di risultati utili consecutivi. Milan-Chievo chiude il sabato. Doppietta di Bacca che fallisce anche uno dei 3 rigori assegnati, due al Milan (uno fallito dal colombiano ed uno realizzato da Lapadula), e uno per il Chievo, del momentaneo 1-1 firmato De Guzman. Finisce 3-1 con una buona prestazione dei rossoneri di fronte al proprio pubblico. L’ultimo anticipo è quello delle ore 12.30 di domenica. Scontro importante tra Atalanta e Fiorentina che, nonostante le tante occasioni create, si conclude con un pareggio, lasciando invariati i 10 punti di distanza in classifica tra le due compagini.

LE PARTITE DELLE 15

Sono 5 le partite della domenica pomeriggio. Inter schiaccia sassi, 5-1 al Cagliari. Aprono le danze prima Perisic e poi Banega con una punizione perfetta. Accorcia le distanze Borriello, che curiosamente prosegue il suo record personale di goal segnati ad Handanovic, toccando quota 8 con quello di ieri. Secondo tempo da urlo per i nerazzurri, ancora Perisic e poi Icardi e Gagliardini a chiudere il sipario. La partita tra Empoli e Genoa sembrava essere destinata ad uno 0-0. La partita si sblocca all’89esimo: tanto per cambiare, subentra Ntcham e sigla l’ennesimo goal da cineteca. Il raddoppio arriva un minuto dopo, con Hiljemark. A Torino c’è un marziano, ma per la gioia di Sinisa Mihaijlovic stavolta non si parla dei big bianconeri, questo veste la 9 granata. In 8 minuti Andrea Belotti ne fa 3 e risponde all’1-0 del Palermo siglato da Rispoli nel primo tempo. La Juve non sfrutta appieno il passo falso della Roma e agguanta un pareggio a Udine, con Bonucci che risponde alla rete di uno straripante Duvan Zapata. La squadra di Allegri ora è a +8 sui giallorossi. L’ultima partita delle 15 finisce con un deludente 0-0 tra Crotone e Sassuolo. Squali che rimangono al penultimo posto in classifica, a 8 punti dalla salvezza.

POSTICIPO

Il quadro si chiude con il posticipo tra Bologna e Lazio. Biancocelesti letteralmente trascinati da Ciro Immobile, che sigla una doppietta e abbatte la squadra di Donadoni. La squadra di Simone Inzaghi invece vola a 6 punti dalla Roma, attualmente al secondo posto.

Commenta per primo

Lascia un commento