Ciro Immobile: centravanti di razza

Ciro Immobile è senza dubbio la punta di diamante del reparto offensivo biancoceleste. L’attaccante sta trascinando a suon di gol la Lazio e si sta rendendo uno degli assoluti protagonisti della cavalcata della squadra di Inzaghi verso l’Europa che conta. Andiamo ad analizzare le statistiche collezionate dal centravanti e il ruolo nella formazione capitolina.

I DATI

16: i gol segnati dall’attaccante in questa stagione. Immobile finora si è fatto trovare pronto siglando reti da rapace d’area che gli permettono di essere uno dei marcatori più prolifici del nostro campionato assieme a Dzeko, Belotti, Higuain ed Icardi.
59%: la percentuale di tiri effettuati nello specchio della porta. Il giocatore originario di Torre Annunziata ha dimostrato di saper vedere la porta nella maggior parte delle sue presenze in questa stagione. Un altro dato da considerare è la meticolosità di Ciro nell’effettuare passaggi per i compagni: il numero 17 della Lazio ha fatto registrare per le statistiche una cifra di 398 scambi compiuti con successo.
27: le occasioni create dal centravanti. Immobile si è dimostrato un ottimo profilo su cui contare per generare palle gol importanti per la propria squadra. I numeri parlano chiaro, ora andiamo a vedere le caratteristiche del suo ruolo.

IL RUOLO

Il ruolo di Ciro salta ormai agli occhi di tutti: lui è senza dubbio il perno fondamentale dell’attacco della formazione di Simone Inzaghi. Il numero 17 laziale gioca per la squadra, serve i compagni, crea e si fa trovare pronto: questi compiti caratterizzano sicuramente il ritratto dell’attaccante moderno capace di non offrire punti di riferimento alle difese avversarie ed essendo una spina nel fianco per quest’ultime.
Le prestazioni dell’attaccante ne fanno una certezza delle “aquile”, che adesso si ritrovano ad inseguire quell’obiettivo chiamato Europa grazie al suo trascinatore dalle qualità indiscutibili.

Classe 1996. Studente universitario appassionato di calcio giocato, parlato e scritto. Niente mi fa impazzire di più del vedere la palla in rete. Per me il calcio è come l’ossigeno: non posso vivere senza!

Commenta per primo

Lascia un commento