Roma, Kessie è in dirittura d’arrivo

La Roma sta lavorando oramai da diverse settimane per sbaragliare la folta concorrenza e aggiudicarsi l’ivoriano. Il classe 1996 piace a molti top club europei, in particolare il Manchester United ha mandato spesso scout a visionare il ragazzo. I Giallorossi hanno giocato però d’anticipo, intavolando le trattative già a gennaio. Ora le parti sono molto vicine a un accordo. Secondo quanto riferisce la Gazzetta dello Sport, si è tenuto venerdì scorso un incontro tra l’agente del centrocampista e la dirigenza romanista. Intanto l’Atalanta sembra aver accettato l’offerta proposta, che non prevede l’inserimento di contropartite tecniche (si era parlato di un interessamento per i giovani Marchizza e Tumminello).

QUALITA’ E QUANTITA’

Il 20enne, alla sua stagione di debutto in Serie A, ha stupito da subito per doti fisiche, tecniche ma soprattutto personalità. Già l’anno scorso in B con il Cesena si era rivelato un prospetto interessante, nessuno tuttavia poteva immaginare un impatto tanto incisivo nella massima lega italiana. E’ lui infatti uno dei maggiori protagonisti della cavalcata trionfale dei bergamaschi.

Si tratta di un centrocampista completo: muscoli e polmoni abbinati a una buona tecnica. La capacità di inserimento negli spazi e un buon tiro da fuori area gli hanno permesso di siglare già 6 marcature in 21 presenze in campionato. Un bottino importante, anche considerando il ruolo che ricopre. Pecca ancora di ingenuità. Ha rimediato infatti già due espulsioni nell’arco della stagione, episodi che possono rientrare nella categoria “errori di gioventù”. Il tempo è dalla sua parte. E se il buon giorno si vede dal mattino, Kessie è sulla giusta strada per diventare un grandissimo. Il club giallorosso se ne è accorto e ora è pronto a scommettere sulla sua crescita.

Nato a Milano il 30/08/1997. Studente triennale in Economia e scienze sociali presso l’Università Bocconi di Milano. Amo il calcio, che considero molto più di un semplice sport, un’arte, citando G.B. Shaw, “l’arte di comprimere la storia universale in 90 minuti”.

Commenta per primo

Lascia un commento