Real Madrid, i tifosi non vogliono la BBC in campo

I supporter dei Blancos preferiscono una maggiore solidità difensiva, in vista della sfida con il Napoli

Zidane ha scelto di confermare la BBC, nonostante le richieste dei tifosi. Ha deciso di puntare tutto sulle proprie stelle, capaci in qualsiasi momento di cambiare il volto della partita.

Rinunciare ai campioni

Nonostante il vantaggio di due reti, i tifosi delle Merengues non si fidano. Nelle ultime 10 partite solo in due casi la porta di Keylor Navas è rimasta imbattuta. Secondo un sondaggio lanciato da As, il 77% dei votanti rinuncerebbe alla BBC in favore di un centrocampo più folto. Ma come si fa a rinunciare a campioni di questo calibro? Parliamo di veri e propri leoni in attesa della preda e la Champions League è il loro terreno di caccia preferito. Non è da sottovalutare, anche, l’aspetto psicologico. All’andata uno sbiadito Cristiano Ronaldo è stata capace di limitare pressoché totalmente le incursioni offensive di Hysaj, apparso spaventato dal lasciare campo al portoghese.

Un Real più difensivista

Secondo i tifosi, al San Paolo, i Blancos dovrebbero replicare lo schema adottato contro l’Eibar: 4-3-3 con Asensio e Vazquez a supporto di Benzema o Ronaldo. I due spagnoli sono molto apprezzati dalla tifoseria per via del loro sacrificio e del grande impegno mostrato in fase di recupero palla. Con il loro impiego, quindi, il Napoli si troverebbe di fronte una squadra più compatta, disposta talvolta a lasciare l’iniziativa ai partenopei, seppur meno preoccupante in fase offensiva. L’alternativa sarebbe rappresentata dal cambio di modulo dal 4-3-3 al 4-4-2. In questa variante i punti di riferimento in attacco sarebbero Benzema e, ovviamente, Ronaldo. Due tra Bale, Asensio e Vazquez coprirebbero il ruolo di esterno di centrocampo con più responsabilità in difesa.

Ne vale davvero la pena?

La domanda sorge spontanea: è possibile rinunciare davvero alla BBC in vista di un match cosi importante? Sicuramente la stagione in corso non è la migliore dal punto di vista delle prestazioni. Il pallone d’oro uscente, Cristiano Ronaldo, vive probabilmente la sua prima vera crisi di prestazione da quando indossa la camiseta blanca.  Il pubblico sembra già aver  dimenticato quanto fatto da CR7 in questi anni (389 gol in 379 partite). Benzema, apparso anch’esso sotto tono, è stato a sua volta contestato per le troppe occasioni fallite (7 gol in 20 partite). L’ultimo membro del tridente, Gareth Bale, anche quest’anno è stato parecchio frenato dagli infortuni che ne hanno limitato il rendimento (15 partite e 7 gol). Nonostante ciò, quando è stato disponibile, l’esterno gallese ha regalato imprevedibilità e velocità ad un Real Madrid apparso in qualche occasione troppo compassato.

Commenta per primo

Lascia un commento