Siviglia, brusca frenata

Finisce 1-1 la sfida tra Alaves e Siviglia. La squadra di Sampaoli si ferma improvvisamente dopo la vittoria ottenuta al “Sanchez Pizjuan” contro il Bilbao, sorridono momentaneamente Barça e Real. Ad aprire le marcature per gli ospiti ci ha pensato Ben Yedder, nei minuti finali della partita ci ha pensato Katai a ristabilire la parità.

IL VANTAGGIO

I padroni di casa partono col botto: Toquero riesce ad impensierire la retroguardia andalusa con un tiro deviato in corner. Gli ospiti reagiscono successivamente con un destro velenoso di Vitolo che però termina sul fondo. I ritmi sono moderati e al 23′ il Siviglia passa in vantaggio: Ben Yedder viene innescato da Sarabia e successivamente conclude a rete per il gol dell’1-0. Termina la prima frazione con Sampaoli & Co. avanti di una marcatura.

IL PAREGGIO

Nella ripresa gli uomini del tecnico argentino ricominciano essendo propositivi: l’asse SarabiaBen Yedder dimostra di essere in gran forma, ma la conclusione del numero 12 termina alta. Al 54′ Toquero si rende ancora una volta pericoloso con destro fulmineo che finisce sopra la traversa. La pressione dell’Alaves comincia a farsi sentire, il Siviglia sembra in difficoltà e infatti al 75′ arriva la rete del pareggio per Baschi firmata da Katai. Nei minuti finali gli andalusi si rendono assai pericolosi con una conclusione di Iborra che però termina di poco fuori. Sempre nel finale Sergio Rico si rende protagonista con una parata plastica su un calcio di punizione di Katai, brivido per gli ospiti che vedono successivamente la sforbiciata di Deyverson stampata sull’incrocio dei pali. Jovetic prova il piazzato ma è troppo tardi: il Siviglia conquista un punto e adesso la corsa alla Liga si complica per i “Sevillistas” che adesso vedono distanti le due big di Spagna: Barcellona e Real Madrid.

Classe 1996. Studente universitario appassionato di calcio giocato, parlato e scritto. Niente mi fa impazzire di più del vedere la palla in rete. Per me il calcio è come l’ossigeno: non posso vivere senza!

Commenta per primo

Lascia un commento