Un talento a settimana: Youssef El-Nesyri

La nostra rubrica “Un talento a settimana” ha come scopo quello di farvi scoprire i più giovani talenti sparsi per l’Europa e per il globo. Dopo esserci lungamente soffermati sui talenti di scuola portoghese, quest’oggi torniamo in Spagna per parlarvi di un interessantissimo classe ’97 del Malaga, El-Nesyri, che è stato uno dei protagonisti del Marocco di Hervé Renard alla Coppa d’Africa.

NOME: Youssef;

COGNOME: El-Nesyri;

CARTA D’IDENTITA’: 1 Giugno 1997 – Fes(Marocco);

EX SQUADRE: Maghreb AS, AM Football;

RUOLO: Trequartista, seconda punta, prima punta;

PIEDE: Destro;

DESCRIZIONE: Dichiarato come nuova pepita del Malaga dopo una preparazione estiva mostruosa con 6 gol, El-Nesyri fino ad ora non ha dimostrato a pieno il suo valore in Liga, dove giustamente viene utilizzato col contagocce per fare esperienza. E’ in Coppa d’Africa 2017 che il giocatore ha fatto davvero la differenza, entrando in campo ed aiutando i suoi in molti frangenti della competizione. Ora, tornato a Malaga con più sicurezza nei suoi mezzi, attende ancora la sua possibilità da titolare, e siamo convinti che questa non tarderà ad arrivare.

PROFILO TECNICO: Parliamo di un giocatore alto 1,92m a soli 19 anni che però dovrà ancora formarsi a livello fisico per diventare una vera prima punta. Insieme a tutto ciò, El-Nesyri non disdegna il dribbling ed il gioco spettacolare, con delle lunghe leve che gli permettono anche di avere una buona progressione verso la porta. Il suo piede sinistro è davvero interessante e, se servito in maniera ottimale, si rivela quasi chirurgico.

VOCI DI MERCATO: Ad Agosto il Malaga sembra averlo blindato, ma conosciamo bene le logiche del mercato dei giorni d’oggi. L’impressione è che le grandi squadre stiano aspettando di vederlo all’opera in Liga per provare a muoversi per il futuro.

Qui le skills del giocatore. 

 

 

 

Italiano attualmente in Spagna, a Siviglia. Cerco di seguire tutto quello che succede intorno al mondo del calcio, una mia passione innata. Unire le mie diverse esperienze e i miei viaggi con il pallone è qualcosa che mi riesce al meglio e che provo a mettere nelle mie parole.

Commenta per primo

Lascia un commento