Bayern, vittoria e punto esclamativo sul campionato

Il Bayern batte l’Eintracht Francoforte e si porta a +10 dal Lipsia che, nel frattempo, cade contro il Wolfsburg. Protagonista del match Robert Lewandowski: la punta polacca traina i bavaresi verso la vittoria rendendo la vita facile alla compagine di Ancelotti, che sembra aver scritto la parola fine su questo campionato.

IL DOPPIO VANTAGGIO

Dopo un avvio a fari spenti la squadra campione di Germania si scatena: asse Muller-Lewandowski caldissimo con il centravanti che conclude a rete per il vantaggio bavarese. I due diamanti del Bayern splendono quest’oggi e lo dimostra la serie di scambi tra i due per il gol dell’1-0. Squadra ospite in balia della “marea rossa”, infatti a pochi minuti dalla fine della prima frazione arriva il raddoppio: Alaba cavalca sulla fascia sinistra, entra in area e appoggia il pallone in mezzo per Douglas Costa per la rete del 2-0. Termina il primo tempo, Bayern finora impeccabile: la difesa si è dimostrata compatta e l’attacco cinico e spietato, ma la partita non finisce qui…

COLPO DI GRAZIA

Il Bayern sembra non volersi fermare: al ritorno in campo ci prova Muller ad impensierire il portiere a distanza ravvicinata, murato però il tiro del tedesco. L’Eintracht prova a farsi vedere: Rebic becca la traversa dopo una progressione in area di rigore, successivamente Blum non riesce ad inquadrare lo specchio della porta.
Al 54′ c’è il terzo gol della banda del tecnico italiano: Lahm serve sulla fascia Robben e quest’ultimo, dopo aver controllato il pallone, serve il numero 9 dei bavaresi che ancora una volta si dimostra freddo all’interno dell’area: è 3-0. Cominciano a scorrere i titoli di coda di questa partita, il Bayern batte l’Eintracht ed aumenta il suo vantaggio sui tori rossi del Lipsia che escono sconfitti dalla sfida contro il Wolfsburg. Ancelotti & Co. mettono forse il punto esclamativo per il quinto titolo consecutivo.

Classe 1996. Studente universitario appassionato di calcio giocato, parlato e scritto. Niente mi fa impazzire di più del vedere la palla in rete. Per me il calcio è come l’ossigeno: non posso vivere senza!

Commenta per primo

Lascia un commento