ESCLUSIVA CM24/7 – Luca Marelli (Ex arbitro): “Fallo di De Sciglio? Rigore netto”

Abbiamo intervistato, in esclusiva per Calciomercato 24/7, Luca Marelli, ex arbitro di Serie A, riguardo alle polemiche legate a Juventus – Milan.

COME GIUDICA L’OPERATO DI MASSA?

In generale molto positivo da tutti i punti di vista. Nove ammoniti sono, forse, troppi e avrebbe potuto limitarli a sei o sette. La partita è stata caricata in maniera eccessiva, sia a livello di polemiche, sia a livello di ambiente ma nonostante questo è stato bravo.

PER QUANTO RIGUARDA IL RIGORE, QUAL È LA SUA INTERPRETAZIONE?

Il rigore è netto, a prescindere dalla distanza di partenza tra palla e braccio perché il braccio rimane li. Nei minuti precedenti Romagnoli è andato più volte a contrasto con le braccia dietro la schiena per evitare situazioni simili. Non capisco come sia possibile giudicare non punibile l’intervento di De Sciglio.

LE PROTESTE DEL MILAN NON SONO QUINDI GIUSTIFICABILI?

No, non sono giustificabili. Il rigore è netto. Montella nel post-partita ha dichiarato che è sempre brutto perdere all’ultimo minuto, ammettendo di fatto che il rigore c’era. I giocatori, invece, uscendo possono lasciarsi andare al nervosismo. È ingiustificabile la reazione di Bacca, che verrà probabilmente squalificato, perché Massa non può non aver sentito. Non bisogna cercare giustificazioni che non esistono, chi sostiene che non sia calcio di rigore sta cercando ascolti o vendite di giornali. In questa maniera si alimentano solamente polemiche.

SI E’ PARLATO MOLTO ANCHE DELL’ ASSEGNAZIONE DEL RIGORE OLTRE IL 94°, A TEMPO SCADUTO, GIUSTO CONCEDERE ULTERIORE RECUPERO?

Penso che se avesse fischiato al 94° esatto nessuno avrebbe detto niente. Fischiare al 94° e 30′ va benissimo perché il tempo di recupero è un tempo effettivo, tutte le perdite di tempo interne ai minuti di recupero vanno recuperate a loro volta. A maggior ragione, per l’espulsione di Sosa, il tempo perso tra l’estrazione dei cartellini e l’uscita dal campo è ben più di 30′. È andata cosi, Doveri e Massa sono stati coraggiosi e hanno preso una decisione giusta ma scomoda. Il regolamento è chiaro, non si può modificare a seconda delle necessità.

Ringraziamo Luca Marelli per la disponibilità.

Commenta per primo

Lascia un commento