Serie B – Il punto sulla giornata in programma oggi

Andiamo ad analizzare la giornata del campionato cadetto

Giornata, che vede impegnate le prime tre della classe impegnate contro squadre che si trovano a lottare per la permanenza nella serie cadetta. Altro incontro importante in chiave salvezza è Pisa-Latina che con una vittoria potrebbero tornare a respirare.

PISA – LATINA

Vera e propria sfida salvezza tra le due formazioni nerazzurre. La squadra toscana allenata da Gattuso, nelle ultime cinque, è riuscita a trovare la vittoria solamente una volta, contro l’Ascoli. Nelle restanti partite sono arrivati tre pareggi ed una sconfitta. Andamento simile anche per gli uomini di Vivarini. Una sola vittoria nelle ultime cinque (1-0 alla Ternana) con due pareggi e due sconfitte. Per entrambe le squadre il successo potrebbe rappresentare un importante occasione per allontanarsi dalle posizioni che scottano.

ASCOLI – CITTADELLA

I “picchi” di Ascoli stanno attraversando un peeriodo di crisi abbastanza evidente. Nelle ultime cinque è arrivata solamente una vittoria (3-1 alla Pro Vercelli) poi tre sconfitte ed un pareggio. Diverso il discorso per i ragazzi di Venturato che sembra abbiano ricominciato a correre dopo le due sconfitte consecutive contro Avellino e Brescia.  Hanno conquistato 5 punti nelle ultime tre partite frutto di una vittoria con il Trapani e due pareggi, molto importanti contro Perugia e Frosinone, rivali nella lotta promozione.

AVELLINO – NOVARA

Gli Irpini avranno sicuramente il dente avvelenato. Dopo 9 risultati utili consecutivi, valsi un grande recupero fino alla metà alta della classifica, sono crollati nelle ultime due. Secco 5-0 contro il Perugia e 2-1 contro lo Spezia. I piemontesi, d’altro canto, si trovano in un ottimo periodo di forma con quattro vittorie ed un pareggio nelle ultime cinque. Le ottime prestazioni offerte sul campo hanno permesso agli uomini di Boscaglia di agganciare gli ultimi posti validi per la zona play-off occupati da Spezia e Cittadella a pari merito a 44 punti.

BRESCIA – SPEZIA

Le rondinelle sono in caduta libera. Quattro sconfitte consecutive, Brocchi sembra ormai prossimo all’esonero e la zona retrocessione non è più un incubo ma la triste realtà. Al Rigamonti arriva lo Spezia con ben altre premesse rispetto ai lombardi. I liguri occupano attualmente l’8° piazza, l’ultima valida per i play-off e non hanno nessuna intenzione di perderla a favore di Novara o Virtus Entella. I ragazzi di Di Carlo, nelle ultime partite sembrano essere saliti su delle montagne russe nelle quali la vittoria e la sconfitta si alternano perfettamente come la salita e la discesa. Sconfitti contro il Novara, i liguri hanno poi vinto contro l’Ascoli, hanno perso contro il Carpi e poi vinto con l’Avellino.

PRO VERCELLI – HELLAS VERONA

La Pro sembra essersi, finalmente, rialzata. Nella prima parte di stagione le vittorie hanno stentato ad arrivare (solamente cinque nel girone d’andata). Trend diverso nelle ultime cinque giornate nelle quali è riuscita a raccogliere 8 punti. Se dovesse continuare con questo ritmo la salvezza sarebbe ampiamente possibile. Hellas Verona che vuole ritrovare i 3 punti dopo la sconfitta contro il Frosinone e il pareggio con la Spal. Proprio i ferraresi, primi in solitaria a +2, sono l’obiettivo degli scaligeri, determinati a riconquistare la vetta della classifica. Gli uomini di Pecchia non possono più permettersi passi falsi se vogliono la promozione diretta in Serie A.

CARPI – SPAL

Il Carpi è l’ultima tra le formazioni che possono ambire ai play-off. Si trova solamente ad un punto dallo Spezia, che occupa l’ultimo posto valido per l’off- season. Gli uomini di Castori vengono da un periodo positivo fatto di tre vittorie, un pareggio ed una sconfitta. La Spal di Semplici, invece può guardare tutti dall’alto. Non perde da 11 partite e nelle ultime cinque ha collezionato tre vittorie e due pareggi, di cui uno contro l’Hellas diretta rivale. Fino ad ora la vera arma in più della squadra biancoazzurra è stata la coppia d’attacco. Floccari e Antenucci hanno messo il loro timbro su 8 delle ultime 9 partite togliendo spesso le castagne dal fuoco per i ferraresi.

TRAPANI – BARI

Il Trapani, fanalino di coda della serie cadetta, affronta il Bari, la squadra più in forma del momento. Detta cosi non sembra esserci partita, ma si sa la Serie B è imprevedibile e la sorpresa è sempre dietro l’angolo. I siciliani, con la cura Calori, sembravano aver ritrovato continuità di risultati arrivando ad inanellare cinque risultati utili consecutivi. Nelle ultime tre giornate però sono arrivate due sconfitte, contro Cittadella e Ternana, ed un pareggio contro il Latina che hanno riportato i granata all’ultimo posto, staccati da chi li precede di 5 punti. Discorso diametralmente opposto per il Bari. I ragazzi di Colantuono sono, nelle ultime 5 partite, la squadra più in forma del campionato avendo raccolto quattro vittorie ed una sola sconfitta (contro la Virtus Entella). Con gli arrivi di Floro Flores e Galano l’attacco dei galletti è diventato una macchina capace di far male a chiunque.

FROSINONE – VICENZA

Al Matusa si affrontano due squadre che occupano posizioni di classifica diametralmente opposte. Il Frosinone si trova, infatti, in terza posizione a -2 dalla Spal capolista. Il Vicenza, invece, occupa la 16° piazza, solamente a +2 dalla zona retrocessione. Entrambe le squadre, complice anche il calendario dei ciociari, hanno raccolto 5 punti nelle ultime cinque partite. Gli uomini di Marino sono reduci dalla sconfitta per 1-0 con il Bari e sanno benissimo che se vogliono la promozione diretta, d’ora in avanti non potranno più sbagliare.

 

Commenta per primo

Lascia un commento