Napoli per il secondo posto, Empoli per la sicurezza; la preview del match del Castellani

12.30 anticipo di pranzo. Il menù? Empoli-Napoli, due squadre con obbiettivi e stagione diametralmente opposte. I toscani sono a +7 dal Palermo dunque, dalla B-zone. Dietro non si vince e l’Empoli sembra avviarsi ad una quasi tranquilla salvezza. Dall’altra parte del campo il Napoli che la “sbornia” da Champions l’ha smaltita con il 3-0 scacciapensieri, seppur con qualche polemica, di una settimana fa con il Crotone vittima sacrificale.

(DE)MERITI EMPOLI

Il campionato dei toscani parla chiaro. Peggior attacco con 15 gol segnati. Lontani ormai sono i tempi di Sarri e Giampaolo quando idee e gioco rendevano vita dura a chiunque. Trend cambiato e classifica degno esemplare. Le ultime 5 gare parlano la lingua della retrocessione con 5 sconfitte. La fortuna dei toscani sta nel fatto che dietro non si vince. Palermo, Crotone e Pescara hanno un rendimento tutt’altro che garante di salvezza e davanti le grandi, viaggiano tutte a un ritmo incredibile. Per le tre malcapitate, quindi, la salvezza è ancora più dura, soprattutto se si commettono passi falsi anche quando i punti salvezza sono alla portata. Per i toscani, poi, le ultime 5 gare non lasciano spazio a interpretazioni. 5 sconfitte, 12 gol subiti e solo 1 gol fatto. Media facile da fare e match col Napoli che non sembra quello adatto per il riscatto, di fronte infatti i ragazzi di Martusciello si troveranno  il miglior attacco della Serie A. L’unico barlume di speranza sembra poter essere il fattore-casa. Al Castellani gli azzurri hanno infatti raccolto 4 delle sole 5 vittorie della stagione.

NAPOLI A TUTTA

Totalmente diverso è il discorso se ad essere analizzata è la squadra di Sarri. La delusione dell’eliminazione dalla Champions è stata smaltita con il 3-0 sul Crotone di una settimana fa. Nelle ultime 5 gare per gli azzurri un solo scivolone, pesante e rumoroso, contro l’Atalanta. Per il resto 4 vittorie, tra cui quella importantissima all’Olimpico contro la Roma, 10 gol fatti  e 2 subiti. Riassunto fedele della maniacalità di mister Sarri. La corsa alla qualificazione per la coppa dalle grandi orecchie impone i tre punti. Juventus a parte, infatti, i “biglietti” per gli ultimi due posti sono tutt’altro che assicurati. L’Inter, a meno di clamorose cadute di Lazio, Napoli e Roma, potrebbe aver detto addio al sogno Champions dopo il 2-2 di ieri sera contro il Torino. I biancocelesti, invece, sono a 4 lunghezze dai partenopei e la banda di Inzaghi sembra tutt’altro che convinta a lasciare campo libero al Napoli. Anche la Roma non ha sonni tranquilli. I due soli punti di vantaggio su Sarri & Co. mettono pressione ai giallorossi. Da valutare per i ragazzi di Spalletti sarà, poi, l’impatto su morale e rendimento della clamorosa eliminazione dall’Europa League. Biglietti Champions ancora disponibili e la gara, sulla carta facile, con l’Empoli può essere un passo importante per il Napoli per mettere pressione a Roma e allungare sulle relative inseguitrici. Attenzione però al fattore campo. 6 i precedenti fra le due formazioni. 4 pareggi e 2 vittorie dei toscani. Castellani, dunque, mai espugnato dai partenopei. Il campionato dei toscani recita un copione diverso e preannuncia una gara a una direzione, ma per gli amanti dei numeri…

LE FORMAZIONI

Martusciello deve fare ancora a meno del lungodegente Mchedlidze e di Tello. Recuperato invece Josè Mauri che dovrebbe partire dalla panchina. Il ballottaggio con Barba in difesa dovrebbe essere vinto ancora da Costa a confermare il suo posto da titolare. Davanti, invece, con Pucciarelli  a sorpresa Thiam titolare. Capitolo Napoli. La gara con la Juve si fa sentire così come la diffida di Koulibaly che pesa. Dunque turno di riposo per lui e Chiriches titolare. A centrocampo soliti dubbi fra Jorginho-Diawara e Allan-Zielinski con i primi dell’ordine che, dalle ultime, sembrano favoriti a partire dall’inizio. Davanti Sarri dovrebbe optare per il tridente leggero. Mertens dunque titolare con Milik e Pavoletti seduti ancora una volta vicino al mister.

Queste le rotazioni ufficiali:

EMPOLI (4-3-1-2): Skorupski, Laurini, Bellucci, Costa, Pasqual; Krunic, Dioussè, Croce, El Kaddouri; Pucciarelli, Thiam

NAPOLI (4-3-3): Reina, Hysaj, Albion, Chiriches, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne

 

Nato a Milano il 09/09/1996. Studia Comunicazione e Società presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Ambizioso, sognatore e amante di ciò che fa respira calcio da quando cammina. Calciomercato24/7 è la sua prima esperienza come collaboratore.

Commenta per primo

Lascia un commento