Roma-Sassuolo, in cerca di riscatto: la preview del match

Roma e Sassuolo si affronteranno stasera, all’Olimpico, nel posticipo delle 20.45. Due squadre che vivono forse il periodo più complicato della loro stagione e che cercheranno i tre punti per prendere una boccata d’ossigeno.

MOMENTO NO

Nel definire lo stato di forma della Roma pesano molto alcune sconfitte molto pesanti, che hanno (quasi) tagliato fuori i giallorossi da ogni possibilità di conquistare un trofeo. Prima la sconfitta per 2-0 nell’andata delle semifinali di Coppa Italia contro la Lazio, che non esclude una possibile rimonta dei giallorossi ma sa quasi di sentenza. Poi il ko interno contro il Napoli, che ha allontanato ulteriormente la formazione di Spalletti dalla Juve, mutando l’obiettivo stagionale in una lotta per la seconda piazza. Infine l’eliminazione dall’Europa League per le mani del Lione, in cui pesa enormemente lo sciagurato secondo tempo in Francia. I tre punti, stasera, sono l’unica via d’uscita da un ciclone in cui i giallorossi rischiano di essere inghiottiti.

Momento altrettanto delicato per il Sassuolo. I neroverdi, pur lontani dalla zona calda, sono a secco di vittorie da un mese esatto (Udinese-Sassuolo 1-2) e reduci dalla sconfitta interna contro il Bologna. Anche per la banda di Di Francesco questa rappresenta dunque un’occasione importante. Ottenere lo scalpo di una lupa ferita restituirebbe entusiasmo a una squadra che, un anno fa, era approdata in Europa per la prima volta della sua storia.

I PRECEDENTI

I sette precedenti tra le due compagini sono a favore dei giallorossi, 4 vittorie e 3 pareggi. Tuttavia, la formazione capitolina non ha ancora vinto contro i neroverdi tra le mura amiche: i tre pareggi sono arrivati tutti nei tre precedenti in casa. Il primo confronto tra le due squadre risale a novembre 2013, un 1-1 firmato da un’autorete di Longhi e un gol di Berardi allo scadere. Poi un 2-2 nel dicembre 2014, in cui una doppietta di Ljajic rimontò quella di Zaza, e un altro 2-2 nella scorsa stagione (Totti e Salah per i giallorossi, Defrel e Politano per i neroverdi). Vedremo se questa “maledizione” perdurerà anche stasera.

GLI SCHIERAMENTI

Per l’occasione Spalletti dovrebbe concedere riposo a De Rossi, Salah e Bruno Peres, con Nainggolan che pure potrebbe partire dalla panchina. Spazio dunque a Paredes in mediana, con El Shaarawy sulla corsia di destra a tutto campo e Perotti, al posto dell’egiziano, a supporto di Dzeko. Possibile chance per Grenier, che potrebbe vincere il ballottaggio con Paredes in mediana oppure sostituire il belga sulla trequarti.

Il Sassuolo, come consuetudine durante questa tribolata stagione, arriva all’appuntamento pieno zeppo di incerottati. Ai lungodegenti Antei, Biondini, Magnanelli e Sensi si sono aggiunti in settimana Gazzola, Mazzitelli e Adjapong. Torna però Defrel, che dovrebbe vincere il ballottaggio con Matri per un posto al centro dell’attacco. Dell’Orco insidia Peluso per un posto sulla corsia sinistra della difesa. Ballottaggio MissiroliAquilani in cabina di regia.

ROMA (3-4-3): Szczesny, Rüdiger, Fazio, Manolas; El Shaarawy, Paredes, Strootman, Emerson; Perotti, Nainggolan, Dzeko.

SASSUOLO (4-3-3): Consigli, Letschert, Acerbi, Cannavaro, Dell’Orco; Pellegrini, Missiroli, Duncan; Berardi, Defrel, Ragusa.

 

 

18enne di Milano, sono un malato di calcio in tutte le sue sfaccettature. Adoro scrivere e scambiare opinioni sul mondo del pallone e, perciò, aspiro a diventare giornalista sportivo. Scrivo per le testate online di Calciomercato24/7, Breakingsport.it e Il Termometro Sportivo.

Commenta per primo

Lascia un commento