Deulofeu, il Barcellona tra Milan e giocatore

Continua a stupire lo spagnolo in maglia rossonera. Sbarcato a Milano nel mercato di riparazione e accolto con scetticismo, l’ala sta convincendo i tifosi a furia di ottime prestazioni. E a proposito di Furie, il classe 1994 ha ottenuto anche la convocazione con la nazionale Roja.

SCOGLIO BLAUGRANA

I colpi del giovane attaccante si sono rivelati fin qui fondamentali per la squadra, orfana di Jack Bonaventura. Velocità, fantasia al servizio dei compagni e abilità nel dribbling gli permettono spesso di creare superiorità numerica e di conseguenza pericoli alla difesa avversaria. Queste sue qualità fanno di lui il vero trascinatore del Milan in questo ritorno di campionato.

E’ quanto basta per renderlo un calciatore su cui puntare anche per il futuro. Qui sorge però il problema: il Milan non è proprietario del cartellino. Deulofeu è infatti in prestito dal club inglese. Il pericolo numero uno si chiama comunque Barcellona. La trattativa per il riscatto dalla società di Premier non sarebbe così complicata ma i blaugrana detengono ancora un diritto di recompra sull’ex canterano.

Nell’intervista rilasciata a Cadena SER ci ha pensato il direttore tecnico del Barca a spaventare i rossoneri: “All’Everton ha giocato poco, mentre al Milan sta facendo bene ed è anche stato chiamato in nazionale. Questa è una buona notizia per noi, potremmo ricomprarlo per 12 milioni di euro”. Valorizzare il giocatore per poi vederselo soffiare sotto il naso sarebbe davvero uno smacco clamoroso.

 

Nato a Milano il 30/08/1997. Studente triennale in Economia e scienze sociali presso l’Università Bocconi di Milano. Amo il calcio, che considero molto più di un semplice sport, un’arte, citando G.B. Shaw, “l’arte di comprimere la storia universale in 90 minuti”.

Commenta per primo

Lascia un commento