Ufficiale: Schweinsteiger va ai Chicago Fire

Il centrocampista tedesco pronto ad una nuova esperienza a stelle e strisce

Bastian Schweinsteiger emigra negli States. Dopo un anno e mezzo, il campione del mondo tedesco saluta i Red Devils e l’Europa. Ha accettato l’importante offerta dei Chicago Fire, franchigia della MLS, dove andrà a guadagnare 4 milioni l’anno. Il centrocampista ha firmato un contratto annuale con opzione per il secondo.

NON TI VOGLIAMO

Arrivato a Manchester durante l’estate 2015 con grandi aspettative, “Schweini” non ha saputo garantire le stesse prestazioni offerte ai tempi del Bayern Monaco. Bastian, con l’arrivo di Mourinho, è stato messo alla porta senza troppi complimenti. Il tecnico portoghese non lo considerava parte del progetto, tanto da decidere di farlo allenare con le giovanili. In estate il suo nome è stato accostato a molte squadre, tra cui Inter e Milan, senza tuttavia riuscire a trovare una soluzione convincente. Il tedesco perciò, da grande professionista, ha continuato ad allenarsi con i ragazzi della Academy. Gli sono state concesse solamente partite di coppa, per un totale di 4 match giocati ed un gol all’attivo contro il Wigan. Da qui la decisione di andarsene per cercare fortuna in altri lidi.

L’ANNUNCIO

In tutta la mia carriera ho sempre cercato di scegliere squadre con cui creare un impatto positivo e contribuire a costruire qualcosa di grande, sono stato convinto dalla filosofia di questo club e voglio aiutarli nel progetto.

Queste le sue dichiarazioni al Chicago Tribune, giornale locale della “Windy City”.

 

LA CARRIERA

Schweinsteiger è un centrocampista totale, capace di unire fisicità, corsa e tecnica. Elemento imprescindibile per ogni suo allenatore prima di Mourinho. Leader, insieme a Philippe Lahm, del nuovo corso calcistico della nazionale teutonica dopo la delusione mondiale del 2006, con la quale ha collezionato 121 presenze e 24 gol. Chicago potrebbe rappresentare l’ultima tappa della sua illustre carriera, che gli ha visto sollevare ben 25 trofei. Il più importante è ovviamente la Coppa del Mondo, vinta nel 2014 con la sua Germania. Nella stessa annata magica, Bastian e i suoi compagni del Bayern Monaco si sono resi protagonisti di un’impresa mai riuscita a nessun club tedesco prima: la conquista del “Triplete”.

Commenta per primo

Lascia un commento